Exercise: A Crucial Tool for Battling Depression

Quando un’ondata di depressione si abbatte su di noi, l’idea di fare esercizio fisico potrebbe sembrare l’ultima cosa che si desidera fare. Ma uno studio recente sostiene che potrebbe essere fondamentale per sentirsi meglio.

Secondo lo studio pubblicato mercoledì sul BMJ, molti tipi di esercizio, tra cui camminata, jogging, yoga, tai chi, esercizi aerobici e allenamento della forza, hanno mostrato benefici paragonabili alle terapie nel trattamento della depressione.

La depressione colpisce tra il 10% e il 25% delle persone e arreca maggiore danno al benessere individuale rispetto a debito, divorzio o diabete, secondo il dottor Michael Noetel, autore principale dello studio e docente presso la Scuola di Psicologia dell’Università del Queensland in Australia.

Nonostante ciò, solo la metà di coloro che soffrono di depressione ricevono un trattamento adeguato.

Lo studio si basa sull’analisi di dati provenienti da 218 studi sull’esercizio fisico e la depressione, che coinvolgono più di 14.000 persone. Nonostante ci siano alcuni rischi di distorsione nei risultati, i vantaggi a livello generale dell’esercizio fisico, combinati con i dati che suggeriscono il suo effetto positivo sulla depressione, lo rendono una valida opzione di trattamento.

Il dottor Adam Chekroud, professore associato di psichiatria alla Yale School of Medicine e cofondatore di Spring Health, un servizio di salute mentale, ha dichiarato che i risultati si allineano a quanto dimostrato da molti altri studi sugli effetti positivi dell’esercizio fisico sulla salute mentale.

Sebbene sia importante considerare anche altre opzioni, come la terapia e la medicazione, sia Noetel che Chekroud concordano sul fatto che l’esercizio fisico debba essere considerato un buon approccio nel trattamento della depressione.

Lo studio ha anche dimostrato che non importa quanto spesso o per quanto tempo si faccia esercizio, ma è l’intensità che fa la differenza. Anche una semplice passeggiata può avere un impatto positivo.

Molte persone lottano per trovare la motivazione necessaria per fare esercizio fisico, e quando si vive con la depressione può essere ancora più difficile iniziare. Sebbene fissare degli obiettivi e monitorare l’attività non sembri aiutare molto, Noetel consiglia di ricercare il sostegno e la responsabilizzazione che possono derivare dall’unirsi a un gruppo di fitness, avere un allenatore personale o chiedere a una persona cara di fare una passeggiata insieme.

Quindi, prendere alcuni passi per ottenere quel sostegno rende più probabile che si continui a fare esercizio e ad affrontare la depressione con successo. In definitiva, qualsiasi tipo di esercizio è migliore di non farne affatto.

Domande frequenti:

1. Qual è l’argomento principale dello studio?
Lo studio sostiene che l’esercizio fisico può essere fondamentale nel trattamento della depressione, poiché molti tipi di esercizio hanno mostrato benefici paragonabili alle terapie.

2. Quanti individui sono colpiti dalla depressione?
La depressione colpisce tra il 10% e il 25% delle persone.

3. Qual è la valutazione dell’importanza dell’esercizio fisico nel trattamento della depressione?
Sia il dottor Michael Noetel, autore principale dello studio, che il dottor Adam Chekroud, professore associato di psichiatria alla Yale School of Medicine, concordano sul fatto che l’esercizio fisico debba essere considerato un buon approccio nel trattamento della depressione.

4. Cosa ha dimostrato lo studio riguardo all’intensità dell’esercizio fisico?
Lo studio ha dimostrato che non importa quanto spesso o per quanto tempo si faccia esercizio, ma è l’intensità che fa la differenza. Anche una semplice passeggiata può avere un impatto positivo.

5. Come si può trovare la motivazione per fare esercizio fisico quando si vive con la depressione?
Per trovare la motivazione necessaria per fare esercizio fisico, è consigliato cercare il sostegno e la responsabilizzazione che possono derivare dall’unirsi a un gruppo di fitness, avere un allenatore personale o chiedere a una persona cara di fare una passeggiata insieme.

Definizioni:

– BMJ: acronimo di British Medical Journal, è una delle principali riviste mediche al mondo.
– Terapia: trattamento medico o psicologico di una malattia o disturbo.
– Distorsione: situazione in cui i risultati di uno studio possono essere alterati o influenzati da fattori esterni.
– Terapia farmacologica: utilizzo di farmaci per il trattamento di una malattia o disturbo.
– Rivestire: essere allineato o concordare con qualcosa.
– Monitorare: controllare o seguire da vicino l’andamento di qualcosa.

Link correlati:

1. British Medical Journal
2. Yale University