Secondo le ultime direttive del Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), le persone che risultano positive al COVID-19 dovrebbero rimanere isolate per almeno cinque giorni e indossare una maschera di alta qualità se devono stare vicino ad altre persone nella propria casa. Tuttavia, in uno sforzo per adattarsi ai progressi nella comprensione e nella gestione del virus, l’Autorità Sanitaria dell’Oregon (OHA) ha adottato una politica di isolamento di durata inferiore.

Secondo l’OHA, le persone con COVID-19 non hanno più l’obbligo di rimanere a casa per cinque giorni. La decisione è stata presa considerando il fatto che, grazie ai numerosi vaccini somministrati, al numero crescente di persone che si sono riprese dal COVID-19 e all’immunità sviluppata, si sta assistendo a una diminuzione dei casi gravi rispetto ai primi anni della pandemia.

L’OHA consiglia ora alle persone di fare riferimento ai sintomi per determinare quando è il momento di interrompere l’isolamento. Secondo questa nuova approccio, l’agenzia afferma che le persone non hanno bisogno di restare a casa se non hanno febbre da almeno 24 ore senza l’uso di farmaci e se presentano sintomi lievi o in miglioramento.

“COVID può essere imprevedibile”, ha avvertito il Dr. Dean Sidelinger, epidemiologo dello stato dell’Oregon. “Ma fino ad ora, stiamo osservando un lento ma costante declino. I nostri vaccini funzionano nel proteggere le persone dalle varianti che sono emerse negli ultimi anni. I casi di COVID stanno diminuendo, così come quelli di influenza e RSV.”

Secondo gli ultimi dati dei CDC, le visite al pronto soccorso, le ospedalizzazioni e i decessi causati dal COVID-19 sono in calo a partire da febbraio. Per mantenere questa immunità, l’OHA afferma l’importanza di rimanere aggiornati sulle vaccinazioni, specialmente per i bambini a scuola.

Per incoraggiare la vaccinazione, la Contea di Multnomah ha organizzato una clinica gratuita per i bambini che necessitano ancora di immunizzazione presso la David Douglas High School, senza richiesta di assicurazione. Coloro che non soddisferanno i requisiti entro il 21 febbraio non saranno ammessi alle scuole o alle strutture di soccorso infantile.

La politica dell’OHA potrebbe avere un impatto significativo sulla gestione dell’isolamento da COVID-19, offrendo un’alternativa alle rigide linee guida dei CDC. Tuttavia, è fondamentale seguire attentamente le indicazioni degli esperti sanitari e valutare attentamente la situazione nella propria regione prima di prendere decisioni sul proprio isolamento e sulla protezione della comunità.

Domande frequenti:

1. Quali sono le nuove direttive dell’Autorità Sanitaria dell’Oregon (OHA) per l’isolamento da COVID-19?
Secondo l’OHA, le persone con COVID-19 non hanno più l’obbligo di rimanere a casa per cinque giorni. Ora si consiglia di fare riferimento ai sintomi per determinare quando è il momento di interrompere l’isolamento.

2. Cosa si intende per “sintomi lievi o in miglioramento”?
Secondo l’OHA, le persone non hanno bisogno di restare a casa se non hanno febbre da almeno 24 ore senza l’uso di farmaci e se presentano sintomi lievi o in miglioramento.

3. Cosa ha dichiarato il Dr. Dean Sidelinger, epidemiologo dell’Oregon?
Il Dr. Dean Sidelinger ha avvertito che sebbene il COVID-19 possa essere imprevedibile, si sta osservando un lento ma costante declino dei casi. I vaccini sono efficaci nel proteggere le persone dalle varianti del virus.

4. Quali sono le ultime statistiche sui casi di COVID-19?
Secondo i CDC, le visite al pronto soccorso, le ospedalizzazioni e i decessi causati dal COVID-19 sono in calo a partire da febbraio.

5. Qual è l’importanza delle vaccinazioni secondo l’OHA?
L’OHA sottolinea l’importanza di rimanere aggiornati sulle vaccinazioni, soprattutto per i bambini a scuola, al fine di mantenere l’immunità e proteggere la comunità.

Link correlati:
CDC
OHA