Identificato un nuovo caso di peste bubbonica umana in Oregon centrale

Le autorità sanitarie dell’Oregon centrale hanno confermato un caso di peste bubbonica umana e hanno dichiarato che l’individuo è stato probabilmente infettato da un gatto domestico. La persona infetta, la cui identità è rimasta segreta, vive nella contea di Deschutes ed è il primo caso umano nello stato da oltre otto anni, hanno annunciato gli ufficiali dei servizi sanitari della contea di Deschutes in un comunicato stampa.

La contea di Deschutes si trova a poco meno di 200 miglia a sudest di Portland, la città più grande dello stato. Gli ufficiali sanitari hanno scritto nell’annuncio pubblicato mercoledì che “tutti i contatti stretti del residente e del suo animale domestico sono stati contattati e forniti di farmaci per prevenire la malattia”.

La malattia si diffonde per via aerea e attraverso il cibo contaminato e l’individuo è stato probabilmente infettato da un gatto domestico che aveva manifestato sintomi, hanno dichiarato gli ufficiali. Questo caso è stato identificato e la persona è stata curata dai medici durante “le prime fasi della malattia, rappresentando un rischio minimo per la comunità”, hanno affermato le autorità.

Da segnalare che non sono stati riportati altri casi di peste fino alla scorsa settimana, ha affermato il dipartimento. L’ultimo caso confermato di peste nello stato risale al 2015, hanno dichiarato gli ufficiali sanitari.

I sintomi della peste bubbonica di solito iniziano negli esseri umani “da due a otto giorni dopo l’esposizione a un animale o a una pulce infetta”, ha scritto l’agenzia nel comunicato. I sintomi includono un improvviso aumento di febbre, nausea, debolezza, brividi, dolori muscolari e linfonodi visibilmente gonfi. Se non viene diagnosticata precocemente, la peste bubbonica può provocare un’infezione del sistema circolatorio e del sistema respiratorio, hanno avvertito gli ufficiali sanitari, le quali sono difficili da trattare e possono portare a volte alla morte.

Per prevenire la diffusione della peste, gli esperti sanitari raccomandano i seguenti consigli: evitare il contatto con roditori e pulci, tenere gli animali domestici al guinzaglio e utilizzare prodotti antiparassitari, in caso di possibile, scoraggiare i gatti domestici dal cacciare i roditori. In caso che il vostro gatto si ammali dopo essere stato a contatto con i roditori, chiamate un veterinario. Infine, non accampatevi, non dormite né riposate vicino alle tane degli animali o nelle aree in cui si osservano roditori morti e non fate da mangiare agli scoiattoli, ai chipmunk o ad altri roditori selvatici.

Natalie Neysa Alund è una giornalista senior per USA TODAY. Potete contattarla all’indirizzo [email protected] e seguirla su Twitter @nataliealund.

Sezione delle domande frequenti (FAQ):

1. Qual è il caso di peste bubbonica umana confermato recentemente?
Il caso di peste bubbonica umana è stato confermato nelle autorità sanitarie dell’Oregon centrale. L’individuo infetto vive nella contea di Deschutes ed è il primo caso umano nello stato da oltre otto anni.

2. Come è stata probabilmente infettata la persona?
L’individuo è stato probabilmente infettato da un gatto domestico che aveva manifestato sintomi della malattia.

3. Come viene trasmessa la peste bubbonica?
La peste bubbonica può essere trasmessa per via aerea e attraverso il cibo contaminato.

4. Quali sono i sintomi della peste bubbonica?
I sintomi della peste bubbonica includono un improvviso aumento di febbre, nausea, debolezza, brividi, dolori muscolari e linfonodi visibilmente gonfi.

5. Come può la peste bubbonica essere prevenuta?
Per prevenire la diffusione della peste bubbonica, gli esperti sanitari raccomandano di evitare il contatto con roditori e pulci, tenere gli animali domestici al guinzaglio e utilizzare prodotti antiparassitari. È anche consigliabile scoraggiare i gatti domestici dal cacciare i roditori, chiamare un veterinario se il proprio gatto si ammala dopo essere stato a contatto con roditori e evitare di accamparsi o riposarsi vicino alle tane degli animali o nelle aree in cui si osservano roditori morti. Inoltre, è importante evitare di dare da mangiare agli scoiattoli, ai chipmunk o ad altri roditori selvatici.

6. Quanto è grave la peste bubbonica?
Se non viene diagnosticata precocemente, la peste bubbonica può provocare un’infezione del sistema circolatorio e del sistema respiratorio, che possono essere difficili da trattare e possono portare a volte alla morte.

Parole chiave o gergo:

– Peste bubbonica: una malattia batterica che causa febbre alta, gonfiore dei linfonodi e può comportare infezioni gravi se non trattata tempestivamente.
– Autorità sanitarie: enti responsabili della promozione della salute pubblica e della gestione delle emergenze sanitarie nella propria area di competenza.
– Contatti stretti: persone che sono state in contatto diretto con una persona infetta o con un animale infetto.
– Malattia zoonotica: malattia trasmissibile dagli animali agli esseri umani.
– Identità riservata: il nome dell’individuo infetto non è stato divulgato per proteggere la sua privacy.
– Farmaci preventivi: farmaci somministrati alle persone a rischio di contrarre una malattia per prevenire la sua insorgenza.
– Comunità: la popolazione di un’area specifica che può essere influenzata da un evento o da una malattia.

Link correlati:
Scheda informativa sulla peste della CDC
Informazioni sulla peste dell’OMS