Il divieto di adescare e alimentare i cervi entra in vigore nella contea di Ozaukee

Un divieto di adescare e alimentare i cervi è entrato in vigore giovedì nella contea di Ozaukee a causa del recente rilevamento della malattia del deperimento cronico presso un allevamento di cervi nella contea di Sheboygan, secondo il Dipartimento delle Risorse Naturali. Questo divieto è stato imposto a causa della presenza di un cervo catturato di 5 anni affetto dalla malattia cronica del deperimento presso Heavy Horn Whitetails LLC, un’area di caccia a Cascade, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura, del Commercio e della Protezione dei Consumatori.

La legge statale richiede che il Dipartimento delle Risorse Naturali impone un divieto di adescare e alimentare i cervi della durata di tre anni nelle contee in cui è stata rilevata la malattia del deperimento cronico e di due anni nelle contee adiacenti entro 10 miglia dal rilevamento della malattia. Se vengono scoperti casi aggiuntivi durante la durata del divieto, il divieto si rinnova per ulteriori due o tre anni.

In questo caso, il rilevamento della malattia del deperimento cronico ha portato all’instaurazione di un nuovo divieto di adescare e alimentare i cervi della durata di due anni nella contea di Ozaukee. E ha rinnovato i divieti esistenti nelle contee di Fond du Lac, Sheboygan e Washington. Ad oggi, l’adescamento e l’alimentazione sono vietati in 59 delle 72 contee dello stato, secondo il Dipartimento delle Risorse Naturali.

L’adescamento o l’alimentazione dei cervi incoraggia gli animali a raggrupparsi in modo innaturale intorno ad una fonte di cibo condivisa, dove i cervi infetti possono diffondere la malattia del deperimento cronico attraverso il contatto diretto con cervi sani o lasciando prioni infettivi nella saliva, nel sangue, nelle feci e nell’urina, secondo il Dipartimento delle Risorse Naturali.

L’obiettivo del divieto di adescare e alimentare è quello di proteggere il branco di cervi selvatici e ridurre la diffusione della malattia, secondo il Dipartimento delle Risorse Naturali. Le concentrazioni innaturali di cervi e i tassi di contatto causati dall’adescamento e dall’alimentazione aumentano il rischio di infezione e trasmissione della malattia, secondo il Dipartimento delle Risorse Naturali.

La malattia del deperimento cronico è una malattia neurologica fatale dei cervi, degli alci e dei cervi delle latte. Non si sa che colpisca il bestiame né che possa far ammalare gli esseri umani. Tuttavia, i Centri per il Controllo delle Malattie e il Dipartimento della Salute dello Stato del Wisconsin raccomandano di non consumare carne di animali che sono risultati positivi alla malattia del deperimento cronico.

La malattia è stata identificata per la prima volta negli anni ’60 presso un centro di ricerca in Colorado. Ad oggi, la malattia del deperimento cronico è stata rilevata in 32 stati e cinque province canadesi sia in cervidi selvatici che in strutture di allevamento di cervi in cattività, secondo il Servizio Geologico degli Stati Uniti.

In Wisconsin, il Dipartimento dell’Agricoltura, del Commercio e della Protezione dei Consumatori regola gli allevamenti di cervi per la registrazione, il controllo delle malattie, il movimento e i requisiti di permesso, mentre il Dipartimento delle Risorse Naturali gestisce i cervi selvatici e la caccia ai cervi nello stato.

Per ulteriori informazioni sulla malattia del deperimento cronico nel Wisconsin, visitate il sito dnr.wi.gov.

Una sezione delle domande frequenti (FAQ) basata sui principali argomenti e informazioni presentate nell’articolo potrebbe includere:

1. Qual è il motivo del divieto di adescare e alimentare i cervi nella contea di Ozaukee?
– Il divieto è stato imposto a causa del recente rilevamento della malattia del deperimento cronico presso un allevamento di cervi nella vicina contea di Sheboygan.

2. Quanto durerà il divieto di adescare e alimentare i cervi?
– La legge richiede che il divieto duri due anni nella contea di Ozaukee, mentre nelle contee adiacenti entro 10 miglia dal rilevamento della malattia, durerà due o tre anni a seconda dei casi aggiuntivi scoperti durante il divieto.

3. Qual è lo scopo del divieto di adescare e alimentare i cervi?
– Lo scopo del divieto è quello di proteggere il branco di cervi selvatici e ridurre la diffusione della malattia del deperimento cronico, evitando che gli animali si raggruppino intorno a fonti di cibo condivise.

4. Quali sono i rischi associati all’adescamento e all’alimentazione dei cervi?
– L’adescamento e l’alimentazione dei cervi aumentano il rischio di diffusione della malattia del deperimento cronico attraverso il contatto diretto con cervi infetti o attraverso la presenza di prioni infettivi nella saliva, nel sangue, nelle feci e nell’urina.

5. Cos’è la malattia del deperimento cronico e quali animali colpisce?
– La malattia del deperimento cronico è una malattia neurologica fatale che colpisce cervi, alci e cervi delle latte. Non si sa se possa colpire il bestiame o gli esseri umani.

6. Dove è stata identificata per la prima volta la malattia del deperimento cronico?
– La malattia è stata identificata per la prima volta negli anni ’60 in Colorado, negli Stati Uniti.

7. In quanti stati è stata rilevata la malattia del deperimento cronico?
– La malattia del deperimento cronico è stata rilevata in 32 stati degli Stati Uniti e in cinque province canadesi.

8. Quali enti governativi si occupano della gestione degli allevamenti di cervi e della caccia ai cervi in Wisconsin?
– Il Dipartimento dell’Agricoltura, del Commercio e della Protezione dei Consumatori regola gli allevamenti di cervi, mentre il Dipartimento delle Risorse Naturali gestisce i cervi selvatici e la caccia ai cervi nello stato.

Info sulla malattia del deperimento cronico nel Wisconsin: dnr.wi.gov