Il rapporto, pubblicato giovedì, ha esaminato informazioni provenienti da indagini sulla scena del crimine, testimonianze e dati di autopsia, e ha categorizzato i decessi per overdose in base all’evidenza di fumare, iniettarsi, ingerire o sniffare droghe. I ricercatori hanno confrontato i dati sui decessi per droga da gennaio a giugno 2020 con i dati da luglio a dicembre 2022. Alla fine del 2022, il fumo era la forma più comune di consumo di droga coinvolta nei decessi per overdose.

In particolare, la percentuale di decessi per overdose dovuti al fumo è aumentata del 74% circa, passando dal 13,3% al 23,1%, tra il 2020 e il 2022. Nello stesso periodo di tempo, la percentuale di decessi per overdose che coinvolgevano l’iniezione è diminuita dal 22,7% al 16,1%.

Più di 109.000 persone sono morte per overdose di droghe negli Stati Uniti nel 2022. Quasi il 70% di coloro che sono morti stava usando oppiacei sintetici, principalmente fentanyl creato illegalmente e analoghi del fentanyl che sono forme leggermente modificate – e spesso mortali – del farmaco prescritto.

Fumare una droga è il modo più rapido per farla arrivare al cervello. Secondo il rapporto, le persone potrebbero essere passate dall’iniezione al fumo a causa della percezione di un rischio di overdose inferiore. Gli utenti potrebbero anche avere la sensazione di “avere più controllo” sulla quantità di droga che stanno consumando, hanno detto i ricercatori. Tuttavia, il fentanyl è una droga così potente che anche una piccola quantità può essere letale.

Tra le altre ragioni per cui le persone potrebbero aver cambiato strada, il rapporto del CDC ha affermato che il fumo può avere meno effetti collaterali negativi come ascessi. Gli utenti di fentanyl spesso lo iniettano più volte al giorno, e questo può danneggiare le vene; il fumo elimina le sfide relative al sito di iniezione.

Conoscere questa tendenza può aiutare gli operatori di riduzione del danno a fornire agli utenti materiali per fumatori più sicuri, oltre a strisce reattive per il fentanyl e naloxone, che possono ridurre i rischi sanitari connessi con la condivisione di attrezzature per fumatori con altri consumatori di droghe.

Molly Reid, un’epidemiologa la cui ricerca si concentra sull’accesso a materiali per fumatori più sicuri, ha detto che molte organizzazioni di riduzione del danno offrono programmi di scambio di siringhe, ma con queste informazioni sul fumo, possono ampliare ciò che offrono.

“A volte, se l’unica cosa che le persone possono ottenere sono siringhe gratuite, potrebbero decidere di iniettare perché è ciò che hanno a disposizione”, ha detto Reid, che non ha partecipato al nuovo studio.

Reid ha detto che sarebbe utile sviluppare ulteriori ricerche che confrontino i rischi dell’iniezione rispetto al fumo di fentanyl. Se ciò che si sa dei pericoli dell’eroina si allineasse al fentanyl, “non è il fatto che le persone stiano fumando sempre di più droghe a guidare questa tendenza di overdose, è che il fentanyl è semplicemente così letale”.

“Il fumo è ancora probabilmente più sicuro dell’iniezione, ma non abbastanza da compensare il pericolo aggiunto del fentanyl”, ha detto Reid. “Abbiamo sicuramente bisogno di più naloxone, strisce reattive per il fentanyl e sensibilizzazione alle overdose là fuori”.

I decessi per overdose di droga hanno raggiunto un livello record nel 2022, secondo il CDC, e il fentanyl è stato un fattore significativo che ha contribuito all’aumento. I dati provvisori pubblicati dall’agenzia mercoledì suggeriscono che il 2023 sta procedendo verso un altro anno devastante; oltre 111.000 persone sono morte per overdose di droga nel periodo di 12 mesi terminato in settembre. Gli oppiacei sintetici, principalmente il fentanyl, sono stati coinvolti in oltre due terzi di questi decessi.

Sezione FAQ:

1. Quali sono le principali forme di consumo di droghe coinvolte nei decessi per overdose?
La forma più comune di consumo di droga coinvolta nei decessi per overdose è il fumo. Nel periodo preso in esame nel rapporto (gennaio 2020 – dicembre 2022), la percentuale di decessi per overdose dovuti al fumo è aumentata del 74%.

2. Cosa indica il rapporto riguardo all’uso dell’iniezione come forma di consumo di droghe?
Nello stesso periodo preso in esame nel rapporto, la percentuale di decessi per overdose che coinvolgevano l’iniezione è diminuita dal 22,7% al 16,1%.

3. Quali droghe sono state principalmente coinvolte nei decessi per overdose?
Quasi il 70% delle persone morte per overdose di droghe nel 2022 stava usando oppiacei sintetici, principalmente il fentanyl creato illegalmente e analoghi del fentanyl.

4. Perché le persone potrebbero essere passate dall’iniezione al fumo come forma di consumo di droghe?
Il rapporto indica che le persone potrebbero essere passate dal consumo per iniezione al consumo per fumo a causa della percezione di un rischio di overdose inferiore e della sensazione di “avere più controllo” sulla quantità di droga consumata.

5. Quali sono alcune delle ragioni riportate nel rapporto per spiegare il cambio verso il consumo per fumo?
Secondo il rapporto del CDC, il consumo per fumo potrebbe avere meno effetti collaterali negativi rispetto all’iniezione, come la formazione di ascessi. Inoltre, il fumo elimina le sfide relative al sito di iniezione.

6. Come può essere affrontata questa tendenza per garantire un consumo più sicuro?
Il rapporto suggerisce che essere consapevoli di questa tendenza può aiutare gli operatori di riduzione del danno a fornire materiali per fumatori più sicuri, oltre a strisce reattive per il fentanyl e naloxone, che possono ridurre i rischi sanitari connessi con la condivisione di attrezzature per fumatori con altri consumatori di droghe.

Link correlati:
Centers for Disease Control and Prevention (CDC)
CDC – Overdose di droga