Il numero di pazienti con sintomi influenzali si avvicina al picco dell’omicron

AUSTIN, Texas – Secondo Austin Public Health, si sta osservando un aumento del numero di casi di persone che manifestano “sintomi influenzali”.

I medici affermano di riscontrare un afflusso di persone con malattie respiratorie, che includono COVID-19 e influenza.

Gli ufficiali sanitari hanno dichiarato che la percentuale di pazienti con sintomi influenzali che i medici stanno osservando si avvicina ai numeri che Travis County ha registrato durante il picco della variante omicron del COVID-19. I sintomi più comuni finora sono naso che cola, tosse, febbre, mal di gola e dolori muscolari.

Il Direttore Medico e l’Autorità Sanitaria, Dott.ssa Desmar Walkes, ha affermato che quest’anno ci sono diverse varianti del virus dell’influenza A e B. Incoraggia le persone a fare entrambi i vaccini contro l’influenza e il richiamo del COVID-19, anche se sono già malati.

“Se hai questi sintomi, sono sintomi generici – ha detto Walkes – Non puoi sapere se hai l’influenza, il raffreddore o le allergie, quindi sottoponiti al test e fatti curare adeguatamente. Resta a casa se sei malato, in modo da ridurre il numero di persone che si ammalano”.

Walkes ha affermato che il vaccino contro l’influenza impiega circa due settimane per fare effetto. Secondo il CDC, febbraio è un mese di picco per la stagione dell’influenza, ma può protrarsi fino a maggio.

Segui Matt Fernandez sui social media: Facebook | X

Segui KVUE sui social media: Facebook | X | Instagram | YouTube

FAQ

1. Qual è l motivo dell’aumento dei casi di persone con sintomi influenzali?
L’aumento dei casi di persone con sintomi influenzali è dovuto alla presenza di diverse varianti del virus dell’influenza A e B, compreso il COVID-19.

2. Quali sono i sintomi più comuni rilevati finora?
I sintomi più comuni finora sono naso che cola, tosse, febbre, mal di gola e dolori muscolari.

3. Quali precauzioni posso prendere per evitare di ammalarmi?
È consigliato fare entrambi i vaccini contro l’influenza e il richiamo del COVID-19. Inoltre, è importante sottoporsi al test in caso di sintomi e farsi curare adeguatamente. Restare a casa se si è malati può contribuire a ridurre il numero di persone che si ammalano.

4. Quando è il periodo di picco per la stagione dell’influenza?
Secondo il CDC, febbraio è un mese di picco per la stagione dell’influenza, ma può protrarsi fino a maggio.

5. Dove posso trovare ulteriori informazioni su questo argomento?
Per ulteriori informazioni, è possibile seguire le pagine social di Austin Public Health su Facebook e KVUE su Facebook, Instagram e YouTube.