La connessione tra la perdita dell’udito e il livello di zinco nel nostro orecchio interno

Sappiamo tutti che ascoltare musica ad alto volume, lavorare in ambienti eccessivamente rumorosi e persino giocare possono danneggiare l’udito, ma come succede esattamente? Gli scienziati hanno ora una migliore comprensione di questo fenomeno e hanno anche scoperto un possibile modo per prevenirlo.

Un team dell’Università di Pittsburgh ha condotto degli esperimenti su topi per stabilire che i rumori forti sono legati ad un aumento dei livelli di zinco nell’orecchio interno, sia in termini di quantità che di diffusione. Proprio questa diffusione di zinco sembra danneggiare le cellule dell’orecchio e interrompere la comunicazione tra di esse.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che alcuni farmaci possono funzionare come spugne per assorbire l’eccesso di zinco e ripristinare o proteggere l’udito. Potremmo quindi un giorno prendere delle pillole prima di un concerto rock per proteggere le nostre orecchie.

“Questi risultati evidenziano la segnalazione dell’zinco come possibile bersaglio per prevenire e mitigare la perdita dell’udito causata dal rumore”, scrivono i ricercatori nel loro articolo pubblicato.

Insieme alla sua particolare proteina di ‘carico’, lo zinco si trova in specifiche aree delle cellule ciliate cocleari sane e del limbo a spirale. L’esposizione a rumori forti provoca un’eccessiva presenza di queste due sostanze in tutte le cellule, sparse come tazze per tutta la casa la mattina dopo una grande festa.

Utilizzando modificazioni genetiche e l’uso di composti farmaceutici, i ricercatori sono stati in grado di ridurre questi livelli di zinco nei topi, ripristinando in parte la perdita dell’udito e fornendo una certa protezione dalle esposizioni a rumori ad alto volume.

Ci sono ancora molti altri studi da condurre prima che qualcosa di adatto agli esseri umani possa essere considerato sicuro ed efficace, ma l’obiettivo è sviluppare dei trattamenti da applicare prima o dopo l’esposizione (ad esempio in un pronto soccorso).

“La manipolazione genetica o farmacologica della segnalazione dello zinco promuove il recupero cocleare dopo il trauma acustico”, scrivono i ricercatori.

Sappiamo che l’esposizione prolungata a suoni forti può causare la perdita dell’udito ed è un problema comune. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1,5 miliardi di persone nel mondo vivono con qualche forma di perdita dell’udito.

È per questo che ci sono leggi che prevedono l’uso di protezioni auricolari nei cantieri ed è per questo che molti smartphone ora ti avvertono se stai cercando di alzare il volume della musica che ascolti tramite le cuffie a un livello superiore a quello che le tue orecchie possono tollerare.

Col passare del tempo, possono svilupparsi problemi come il tinnito (acufene costante nelle orecchie), ma questo nuovo studio porta ora con sé importanti rivelazioni su cosa sta succedendo esattamente e su come potremmo riuscire a fermare questi effetti debilitanti.

“La perdita dell’udito causata dal rumore compromette milioni di vite, ma poiché la biologia della perdita dell’udito non è completamente compresa, la prevenzione della perdita dell’udito è stata una sfida continua”, afferma l’otorinolaringoiatra Thanos Tzounopoulos dell’Università di Pittsburgh. La ricerca è stata pubblicata su PNAS.

FAQ:

1. Quali sono le cause della perdita dell’udito?
La perdita dell’udito può essere causata da diverse fattori, tra cui l’esposizione a rumori forti, l’ascolto di musica ad alto volume e il lavoro in ambienti rumorosi.

2. Come i rumori forti danneggiano l’udito?
Secondo uno studio condotto dall’Università di Pittsburgh, i rumori forti aumentano i livelli di zinco nell’orecchio interno, danneggiando le cellule dell’orecchio e interrompendo la comunicazione tra di esse.

3. Come è possibile prevenire la perdita dell’udito causata dai rumori forti?
I ricercatori hanno scoperto che alcuni farmaci possono assorbire l’eccesso di zinco nell’orecchio interno, ripristinando e proteggendo l’udito. Potremmo quindi un giorno prendere delle pillole prima di un concerto rock per proteggere le nostre orecchie.

4. Ci sono trattamenti disponibili per la perdita dell’udito causata dai rumori forti?
Attualmente, non ci sono trattamenti specifici disponibili per la perdita dell’udito causata dai rumori forti negli esseri umani. Sono ancora necessari ulteriori studi per sviluppare trattamenti sicuri ed efficaci.

5. Quante persone nel mondo vivono con qualche forma di perdita dell’udito?
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1,5 miliardi di persone nel mondo vivono con qualche forma di perdita dell’udito.

6. Quali sono i problemi che possono svilupparsi a causa della perdita dell’udito?
La perdita dell’udito può causare problemi come il tinnito, che è un acufene costante nelle orecchie.

Definitions:
– Udito: La capacità di percepire i suoni.
– Orecchio interno: La parte dell’orecchio che contiene l’organo dell’udito.
– Zinco: Un elemento chimico che è stato correlato all’aumento dei livelli nell’orecchio interno in caso di esposizione a rumori forti.
– Pillole: Medicamenti sotto forma di compresse da ingerire.

Related links:
Perdita dell’udito: informazioni dell’OMS
Sito web di PNAS