Secondo alcune segnalazioni, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) degli Stati Uniti potrebbero essere in procinto di modificare le loro linee guida sull’isolamento da COVID, e i medici stanno condividendo le loro raccomandazioni.

Attualmente, le linee guida dei CDC, introdotte alla fine del 2021, richiedono alle persone che risultano positive al virus di “rimanere a casa per almeno cinque giorni e isolarsi dagli altri nella propria abitazione”, come riportato sul loro sito web. Questo rappresenta una riduzione rispetto all’isolamento di 10 giorni raccomandato all’inizio della pandemia.

Nonostante alcune segnalazioni che indicano che i CDC stiano lavorando alla revisione delle linee guida sull’isolamento in vista di un annuncio ad aprile, l’agenzia non ha confermato alcuna modifica imminente.

Alcuni stati hanno già allentato le proprie linee guida. In Oregon e in California, ad esempio, le persone positive al COVID non devono isolarsi affatto, a condizione che abbiano una temperatura corporea normale da almeno 24 ore senza l’uso di farmaci antipiretici e che i loro sintomi da COVID stiano migliorando, secondo i dipartimenti sanitari di questi stati. Tuttavia, sia in Oregon che in California, le persone positive al COVID devono continuare a indossare una maschera per 10 giorni, anche dopo aver terminato l’isolamento.

I medici, interrogati su questo argomento, hanno espresso il loro pensiero. Anzitutto, il dottor Timothy Brewer, professore di medicina ed epidemiologia presso l’UCLA, ha osservato che, sebbene alcune notizie abbiano suggerito un cambiamento delle raccomandazioni di isolamento dei CDC, al momento non sono state ancora apportate modifiche. Secondo lui, isolarsi quando si è malati di una malattia virale respiratoria riduce la diffusione nella comunità, che attualmente rimane elevata in molte parti del paese. Pertanto, consiglia di mantenere le raccomandazioni di isolamento attuali, senza focalizzarsi su un numero esatto di giorni, ma aspettando che la persona si senta meglio.

Il dottor Marc Siegel, professore clinico di medicina presso il NYU Langone Medical Center e collaboratore medico di Fox News, è d’accordo sul fatto che le linee guida dei CDC dovrebbero essere cambiate, anche se in modo diverso rispetto a Oregon e California. Secondo lui, le raccomandazioni dovrebbero essere modificate e adattate in base alle circostanze individuali del paziente. Il dottor Siegel raccomanda di eliminare il periodo di isolamento di cinque giorni e suggerisce di tornare al lavoro solo dopo due giorni senza sintomi principali.

In conclusione, mentre i CDC non hanno ancora annunciato alcuna modifica alle loro raccomandazioni di isolamento, i medici hanno fornito alcuni suggerimenti interessanti su come adattare queste linee guida per rispondere alle circostanze attuali. È importante ricordare che la pandemia è ancora in corso e che è fondamentale seguire le istruzioni dei professionisti sanitari per proteggere la salute di tutti.

Domande frequenti (FAQ) sulla revisione delle linee guida di isolamento da COVID-19:

1. Quali sono le linee guida attuali dell’CDC sull’isolamento da COVID-19?
Attualmente, le linee guida dei CDC richiedono alle persone positive al virus di rimanere a casa per almeno cinque giorni e isolarsi dagli altri nella propria abitazione.

2. Cosa si sta discutendo riguardo alla modifica delle linee guida di isolamento?
Ci sono segnalazioni che suggeriscono che i CDC potrebbero essere in procinto di modificare le loro linee guida sull’isolamento da COVID-19, ma finora non ci sono conferme ufficiali.

3. Quali stati hanno già modificato le loro linee guida sull’isolamento?
Alcuni stati come l’Oregon e la California hanno allentato le loro linee guida, consentendo alle persone positive al COVID-19 di non doversi isolare se hanno una temperatura corporea normale da almeno 24 ore senza l’uso di farmaci antipiretici e i loro sintomi stanno migliorando.

4. Cosa consigliano i medici in merito a queste linee guida?
Il dottor Timothy Brewer consiglia di mantenere le raccomandazioni di isolamento attuali, senza focalizzarsi su un numero esatto di giorni, ma aspettando che la persona si senta meglio.
Il dottor Marc Siegel suggerisce di adattare le raccomandazioni in base alle circostanze individuali del paziente, eliminando il periodo di isolamento di cinque giorni e tornando al lavoro solo dopo due giorni senza sintomi principali.

Termini chiave:

– CDC: Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (Centers for Disease Control and Prevention).
– Isolamento: Pratica di separare le persone con una malattia infettiva da coloro che sono sani per prevenire la diffusione del virus.

Link correlati suggeriti:
Sito web dei CDC (in inglese)
Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)