La peste bubbonica si diffonde attraverso un animale domestico nell’Oregon

Un caso raro di peste bubbonica è stato riportato in Oregon, dove un proprietario di un animale domestico è stato contagiato dalla malattia potenzialmente mortale, hanno dichiarato le autorità locali. La peste bubbonica è stata responsabile della Morte Nera nell’Europa medievale e altrove, uccidendo milioni di persone e devastando il continente. Tuttavia, ai giorni nostri, è divenuta molto più rara, rendendo questo caso particolarmente eccezionale.

Secondo le autorità locali, la persona non identificata, residente nella contea di Deschutes, Oregon, avrebbe probabilmente contratto la peste bubbonica dal suo animale domestico, che mostrava sintomi della malattia. “Tutti i contatti stretti del residente e del suo animale domestico sono stati contattati e forniti di farmaci preventivi”, ha dichiarato il Dr. Richard Fawcett, funzionario sanitario della contea di Deschutes, in una nota.

Questo caso rappresenta il primo esempio di peste bubbonica in Oregon dal 2015. Di solito, la malattia viene riscontrata nell’area e portata da scoiattoli, tamia, topi e altri roditori. I sintomi della peste iniziano da due a otto giorni dopo l’esposizione a un animale infetto o a una pulce e possono includere febbre, nausea, debolezza, brividi, dolori muscolari e linfonodi visibilmente ingrossati chiamati bubboni, da cui la malattia prende il nome.

“Fortunatamente, questo caso è stato identificato e trattato nelle prime fasi della malattia, presentando quindi un rischio limitato per la comunità. Non sono emersi ulteriori casi di peste durante l’indagine sulle malattie infettive”, ha dichiarato la contea in un comunicato.

Questo caso rappresenta una testimonianza del fatto che, anche ai giorni nostri, la peste bubbonica può ancora emergere in modo inaspettato. È importante che i proprietari di animali domestici rimangano vigili e si rivolgano al veterinario se notano sintomi sospetti nei loro animali. Inoltre, è fondamentale seguire buone pratiche igieniche per prevenire l’esposizione alla malattia. Nonostante la rara natura di questo caso, è essenziale rimanere informati e consapevoli dei rischi associati alla peste bubbonica, anche nella società moderna.

Domande frequenti (FAQ)

1. Che cos’è la peste bubbonica?
La peste bubbonica è una malattia potenzialmente mortale causata dal batterio Yersinia pestis. È stata responsabile della Morte Nera nell’Europa medievale e altrove, uccidendo milioni di persone e provocando devastazione. Oggi è diventata molto più rara, ma può ancora emergere in modo inaspettato.

2. Quali sono i sintomi della peste bubbonica?
I sintomi della peste bubbonica includono febbre, nausea, debolezza, brividi, dolori muscolari e linfonodi ingrossati chiamati bubboni.

3. Come viene trasmessa la peste bubbonica?
La malattia può essere trasmessa agli esseri umani attraverso il morso di pulci infette presenti su roditori come scoiattoli, tamia e topi. Anche il contatto diretto con animali infetti può causare la trasmissione della malattia.

4. Cosa fare se si sospetta di avere la peste bubbonica?
Se si sospetta di avere la peste bubbonica, è importante cercare assistenza medica immediata. La malattia può essere trattata con antibiotici, ma è cruciale agire rapidamente per evitare complicanze potenzialmente letali.

5. Come prevenire la peste bubbonica?
Per prevenire l’esposizione alla peste bubbonica, è importante adottare buone pratiche igieniche. Evitare il contatto con roditori e pulci infette, proteggere gli animali domestici dai parassiti, tenere puliti gli ambienti domestici e consultare un veterinario se si notano sintomi sospetti negli animali.

Termini chiave:

– Peste bubbonica: malattia potenzialmente mortale causata dal batterio Yersinia pestis, responsabile della Morte Nera.
– Yersinia pestis: batterio responsabile della peste bubbonica.
– Morte Nera: un’epidemia di peste bubbonica che colpì l’Europa nel XIV secolo, uccidendo milioni di persone.
– Bubboni: linfonodi visibilmente ingrossati causati dall’infezione della peste bubbonica, da cui la malattia prende il nome.

Link correlati:

Centers for Disease Control and Prevention – Plague
Organizzazione Mondiale della Sanità – Peste