La sifilide sta aumentando negli Stati Uniti, raggiungendo i numeri più alti degli ultimi 75 anni

Dopo quasi 75 anni, sono stati raggiunti i numeri più alti di casi di sifilide negli Stati Uniti. Nel 2022, i casi di questa malattia sessualmente trasmissibile sono aumentati del 10%, raggiungendo quota 203.500. Secondo quanto riferito dai Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), i numeri sono aumentati del 68% dal 2018.

Gli esperti concordano sul fatto che ci sia una “tendenza preoccupante” riguardante le malattie sessualmente trasmissibili in generale, e in particolare per la sifilide, negli ultimi dieci anni. Secondo il dottor Jarod Fox, specialista delle malattie infettive presso Orlando Health, esistono diversi fattori che contribuiscono all’aumento dei casi di sifilide.

Uno dei motivi è l’accesso insufficiente ai test diagnostici, in particolare per le popolazioni più a rischio. Senza nuovi test più accessibili ed accurati, le persone non sanno di essere affette da un’infezione sessualmente trasmissibile e sono quindi più propense a trasmetterla ad altre persone. Questo è particolarmente vero tra i giovani, a causa di una diminuzione dei rapporti sessuali protetti.

Altra causa del drastico aumento dei casi di sifilide è la riduzione dei servizi di salute sessuale e dei professionisti del settore. Questo insieme alle disuguaglianze sociali ed economiche ha creato una tempesta perfetta per il risorgere della sifilide, in particolare nelle comunità emarginate.

Sono principalmente gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini ad essere più colpiti dalla sifilide, secondo quanto riferito dai CDC. Tuttavia, il rischio è anche più alto per alcune popolazioni etniche e razziali. Ad esempio, le persone di origine afroamericana e le persone native americane o di origine dell’Alaska mostrano tassi di infezione più elevati a causa delle disuguaglianze sistemiche nell’accesso alle cure mediche.

Per contrastare questa tendenza, gli esperti chiedono un approccio completo che includa un accesso maggiore a nuovi tipi di test, compresi i test domestici, per rallentare la diffusione non solo della sifilide, ma anche di tutte le malattie sessualmente trasmissibili.

È fondamentale promuovere una migliore educazione sulla salute sessuale per promuovere pratiche sessuali sicure e controlli regolari, migliorare l’accesso alle cure mediche, soprattutto nelle aree meno servite, e aumentare la consapevolezza pubblica al fine di eliminare lo stigma delle malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre, è necessario istituire più cliniche e formare più professionisti sanitari per curare i pazienti affetti da sifilide.

Attraverso tutti questi sforzi complessi, la diffusione della sifilide può essere contenuta, migliorando i risultati delle pubbliche salute per tutte le comunità.

Sezione FAQ:

1. Quali sono i numeri attuali dei casi di sifilide negli Stati Uniti?
Nel 2022, i casi di sifilide negli Stati Uniti hanno raggiunto quota 203.500, registrando un aumento del 10% rispetto all’anno precedente. Questi numeri rappresentano un aumento del 68% rispetto al 2018.

2. Qual è la tendenza delle malattie sessualmente trasmissibili negli ultimi anni?
Negli ultimi dieci anni, c’è una tendenza preoccupante riguardo alle malattie sessualmente trasmissibili, in particolare per la sifilide. Gli esperti concordano sul fatto che i casi di queste malattie si stiano diffondendo sempre di più.

3. Quali sono i fattori che contribuiscono all’aumento dei casi di sifilide?
Ci sono diversi fattori che contribuiscono all’aumento dei casi di sifilide. Uno di questi è l’accesso insufficiente ai test diagnostici, soprattutto per le popolazioni più a rischio. Inoltre, c’è una diminuzione dei rapporti sessuali protetti tra i giovani.

4. Quali sono le conseguenze della riduzione dei servizi di salute sessuale?
La riduzione dei servizi di salute sessuale e dei professionisti del settore ha contribuito all’aumento dei casi di sifilide. Questo, insieme alle disuguaglianze sociali ed economiche, ha creato condizioni favorevoli per la diffusione della malattia nelle comunità emarginate.

5. Chi è principalmente colpito dalla sifilide?
Secondo i CDC, sono principalmente gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini ad essere più colpiti dalla sifilide. Tuttavia, il rischio è più alto anche per alcune popolazioni etniche e razziali, come ad esempio le persone di origine afroamericana e le persone native americane o di origine dell’Alaska.

6. Cosa si può fare per contrastare la diffusione della sifilide?
Per contrastare la diffusione della sifilide, gli esperti raccomandano un approccio completo che includa un accesso maggiore ai test diagnostici, compresi i test domestici, promuovere una migliore educazione sulla salute sessuale, migliorare l’accesso alle cure mediche, aumentare la consapevolezza pubblica e istituire più cliniche per curare i pazienti affetti da sifilide.

7. Quali sono i benefici della prevenzione e del contrasto alla sifilide?
Prevenire la sifilide e contrastarne la diffusione può migliorare i risultati di salute pubblica per tutte le comunità, riducendo l’incidenza della malattia e migliorando l’accesso alle cure per i pazienti affetti da sifilide.

Definizioni:

– Sifilide: La sifilide è una malattia sessualmente trasmissibile causata da un’infezione batterica chiamata Treponema pallidum. Può essere trasmessa attraverso rapporti sessuali non protetti o dalla madre al feto durante la gravidanza.

– Malattia sessualmente trasmissibile: Le malattie sessualmente trasmissibili (MST) sono infezioni trasmesse attraverso i rapporti sessuali, compresi il sesso vaginale, anale e orale. Queste infezioni possono essere causate da batteri, virus o parassiti.

Link correlati:
CDC (Centers for Disease Control and Prevention): Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie, l’agenzia sanitaria nazionale degli Stati Uniti.