Secondo una recente ricerca, le donne affette da sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) potrebbero avere un rischio maggiore di tentare il suicidio. La PCOS è una comune condizione di salute che colpisce circa una donna su dieci nel Regno Unito, sebbene molti casi non vengano diagnosticati.

La condizione può causare mestruazioni irregolari, acne, obesità e cisti nelle ovaie, tra gli altri sintomi. La PCOS viene riconosciuta anche come una delle principali cause di infertilità dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Una grande ricerca condotta da studiosi in Taiwan ha evidenziato che le persone diagnosticate con la PCOS hanno un rischio più elevato di tentativi di suicidio. Nel loro studio, pubblicato nell’Annals of Internal Medicine, i ricercatori del Taipei Veterans General Hospital hanno analizzato i dati di 8.960 donne e ragazze di età compresa tra i 12 ei 64 anni, tutte diagnosticati con PCOS, nel periodo compreso tra il 1997 e il 2012.

Dopo aver preso in considerazione diversi fattori, tra cui disturbi psichiatrici, altre condizioni di salute e caratteristiche demografiche, il team ha scoperto che le donne con PCOS hanno un rischio di tentativi di suicidio 8,47 volte maggiore rispetto alle donne senza PCOS, ma con caratteristiche simili.

Ulteriori analisi hanno rivelato che il rischio di suicidio era 5,38 volte più elevato negli adolescenti, 9,15 volte più elevato negli adulti sotto i 40 anni e 3,75 volte più elevato negli adulti più anziani, rispetto ai partecipanti di controllo.

Gli autori dello studio ritengono che l’impatto della PCOS, tra cui la possibile infertilità e le preoccupazioni legate all’immagine del corpo, potrebbero essere tra i fattori determinanti.

Anche se la ricerca ha limitazioni, tra cui la mancanza di capacità di dimostrare causa-effetto e un’analisi di tutti i possibili fattori coinvolti, non è la prima a suggerire un’associazione tra PCOS e suicidio.

La dottoressa Sophie Williams dell’Università di Derby ha sottolineato che diversi studi hanno riportato risultati simili negli ultimi anni e ha anche sollevato preoccupazioni riguardanti l’autolesionismo e le idee suicide tra le donne con PCOS.

Nonostante le lacune nella ricerca, Williams ha enfatizzato che le donne con PCOS che stanno vivendo difficoltà devono sapere di poter chiedere aiuto, anche attraverso il Servizio Sanitario Nazionale (NHS).

“È un passo molto difficile da compiere, ma potrebbe cambiare la vita”, ha affermato.

Mentre la PCOS rimane generalmente un’area di ricerca poco studiata, Williams ha sottolineato l’importanza di approfondire la connessione tra questa condizione e la salute mentale.

“La PCOS è un’area di ricerca molto carente in generale, e la salute mentale in questo contesto è ancora meno studiata”, ha concluso.

Domande frequenti sulla sindrome dell’ovaio policistico (PCOS):

1. Che cos’è la sindrome dell’ovaio policistico?
La sindrome dell’ovaio policistico è una comune condizione di salute che colpisce circa una donna su dieci nel Regno Unito. Essa causa sintomi come mestruazioni irregolari, acne, obesità e cisti nelle ovaie. È anche una delle principali cause di infertilità.

2. Qual è il rischio di tentativi di suicidio per le persone con PCOS?
Una ricerca condotta a Taiwan ha evidenziato che le persone diagnosticate con la PCOS hanno un rischio più elevato di tentativi di suicidio.

3. Qual è il risultato dello studio condotto dal Taipei Veterans General Hospital?
Lo studio ha coinvolto 8.960 donne e ragazze di età compresa tra i 12 ei 64 anni, tutte diagnosticati con PCOS. Dopo aver preso in considerazione diversi fattori, i ricercatori hanno scoperto che le donne con PCOS hanno un rischio di tentativi di suicidio 8,47 volte maggiore rispetto alle donne senza PCOS, ma con caratteristiche simili.

4. Quali sono i fattori che possono contribuire al rischio di suicidio nelle persone con PCOS?
Gli autori dello studio ritengono che l’impatto della PCOS, inclusa l’infertilità e le preoccupazioni legate all’immagine del corpo, potrebbero essere tra i fattori determinanti.

5. Ci sono altre ricerche che supportano l’associazione tra PCOS e suicidio?
Sì, diversi studi hanno riportato risultati simili negli ultimi anni, suggerendo un’associazione tra PCOS e suicidio.

6. Cosa consiglia la dottoressa Sophie Williams alle donne con PCOS che stanno vivendo difficoltà?
La dottoressa Williams sottolinea che le donne con PCOS che stanno affrontando difficoltà devono sapere di poter chiedere aiuto, anche attraverso il Servizio Sanitario Nazionale (NHS).

7. Qual è l’importanza di approfondire la connessione tra PCOS e salute mentale?
La PCOS è un’area di ricerca poco studiata, soprattutto per quanto riguarda la salute mentale. È importante approfondire questa connessione per comprendere meglio i fattori che possono influenzare la salute mentale delle persone con PCOS.

Per ulteriori informazioni sulla sindrome dell’ovaio policistico e la salute mentale, si consiglia di visitare il sito web del NHS: link