La temperatura corporea e la depressione: un legame inaspettato

La nostra temperatura corporea può essere strettamente legata alla nostra salute mentale, suggeriscono le ricerche di questa settimana. Un team di scienziati ha trovato prove che un aumento della temperatura corporea è associato alla presenza di depressione clinica. Mentre ci sono ancora molte domande irrisolte su questo legame, i ricercatori hanno già iniziato a condurre studi clinici su esseri umani per confermare e comprendere meglio il fenomeno.

Lo studio è stato condotto da scienziati dell’Università della California San Francisco. Alcuni studi passati hanno indicato un possibile legame tra la temperatura corporea e la depressione, ma questi hanno generalmente incluso solo un numero limitato di persone. Invece, gli autori di questo studio avevano a disposizione un dataset molto più grande: lo studio TemPredict.

Il progetto TemPredict era originariamente volto a capire se i sensori indossabili che rilevano le variazioni di temperatura della pelle e altri fattori fisiologici potessero essere utilizzati per prevedere un’infezione da covid-19 in modo più tempestivo (in breve: probabilmente sì!). Ma il design dello studio ha anche permesso di analizzare le letture di temperatura e la salute generale di un grande gruppo di persone contemporaneamente, compresi i sintomi di depressione autodichiarati.

Per questa nuova ricerca, pubblicata lunedì su Scientific Reports, il team ha analizzato i dati di oltre 20.000 partecipanti arruolati nello studio TemPredict. Hanno riscontrato un’associazione evidente tra la presenza di sintomi di depressione e una temperatura corporea complessivamente più alta, sia in termini di letture di temperatura autodichiarate che di dati provenienti dai dispositivi indossabili. E più alta era la temperatura, più grave tendeva ad essere la depressione di una persona, rafforzando ulteriormente l’evidenza di un legame chiaro.

“Anche se ci sono studi degli anni ’70 che documentano una correlazione tra depressione e temperatura corporea, quegli studi erano di piccole dimensioni, spesso con solo 10-20 persone”, ha detto l’autrice principale dello studio, Ashley Mason, al sito Gizmodo via e-mail. “Questo studio che abbiamo appena pubblicato mostra questa correlazione in un campione molto più ampio e speriamo che possa ispirare ulteriori ricerche sui meccanismi alla base di questa correlazione”.

Questo tipo di studio può solo dimostrare una correlazione tra la temperatura e la salute mentale, senza poter provare direttamente un collegamento di causa ed effetto. E non è ancora chiaro come possa funzionare esattamente questa relazione, se esiste davvero. Ad esempio, non sappiamo se la depressione aumenta la nostra temperatura corporea, o se una temperatura corporea più alta aumenta il rischio di sentirsi depressi, o forse può essere entrambe le cose, a seconda della situazione.

“Il collegamento è particolarmente affascinante perché ci sono dati che mostrano che quando le persone guariscono dalla loro depressione, indipendentemente da come sono riuscite a migliorare, la loro temperatura tende a normalizzarsi. Abbiamo anche dati più recenti che suggeriscono che interventi basati sulla temperatura possono ridurre i sintomi di depressione”, ha detto Mason. “Ad esempio, i dati hanno dimostrato che l’utilizzo di trattamenti basati sul calore, in particolare la sauna infrarossi, provoca un aumento acuto della temperatura corporea. Questi aumenti della temperatura corporea attivano i meccanismi di raffreddamento del corpo (ad esempio il sudore) e possono portare a successivi cali della temperatura corporea (sudiamo, ci raffreddiamo)”.

Mason e il suo team stanno già iniziando ad esplorare le implicazioni pratiche della loro ricerca. Hanno appena concluso il loro primo studio sulla sauna, con dati sottoposti a revisione paritaria e in uscita entro la fine dell’anno, e stanno attualmente reclutando volontari per il loro secondo studio sul trattamento termico-ambientale, che testerà se l’aggiunta di sessioni di sauna alla terapia cognitivo-comportamentale possa migliorare i risultati per le persone con depressione clinica. È possibile che in futuro, la sauna o altri trattamenti legati alla temperatura potrebbero essere utilizzati regolarmente per tenere lontana la depressione, ha sottolineato Mason.

“Questi dati sono eccitanti perché indicano il potenziale di un trattamento unico basato sul corpo per la depressione che non richiede farmaci o terapie psicologiche tradizionali”, ha aggiunto.

Domande frequenti (FAQ):

1. Quali sono le scoperte principali di questo studio?
Questo studio ha trovato prove che un aumento della temperatura corporea è associato alla presenza di depressione clinica.

2. Chi ha condotto lo studio?
Lo studio è stato condotto da scienziati dell’Università della California San Francisco.

3. Qual è il dataset utilizzato nello studio?
Lo studio ha utilizzato il dataset dello studio TemPredict, che comprende oltre 20.000 partecipanti.

4. Qual è il legame tra temperatura corporea e depressione?
Lo studio ha evidenziato un’associazione tra i sintomi di depressione e una temperatura corporea complessivamente più alta. Più alta è la temperatura, più grave tende ad essere la depressione di una persona.

5. Questo studio dimostra un collegamento di causa ed effetto tra temperatura corporea e depressione?
No, questo tipo di studio può solo dimostrare una correlazione tra la temperatura e la salute mentale, senza poter provare direttamente un collegamento di causa ed effetto.

6. Come può essere spiegata questa relazione tra temperatura corporea e depressione?
Non è ancora chiaro come funzioni questa relazione o quale sia il motivo esatto di questa correlazione. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprenderla meglio.

7. Qual è l’implicazione pratica di questa ricerca?
Lo studio suggerisce che l’utilizzo di trattamenti basati sulla temperatura, come l’utilizzo della sauna, potrebbe essere un’opzione per ridurre i sintomi di depressione. Alcuni dati mostrano che l’uso di trattamenti basati sul calore può provocare un aumento acuto della temperatura corporea e migliorare i sintomi di depressione.

8. Cosa potrebbe significare tutto questo per il futuro?
Le implicazioni future possono includere l’utilizzo regolare di trattamenti legati alla temperatura, come la sauna, per gestire e prevenire la depressione. Tuttavia, ulteriori ricerche sono necessarie per confermare questi risultati e determinare i meccanismi sottostanti.

Definizioni chiave:

– TemPredict: Progetto che analizza i dati di letture di temperatura e salute generale di un grande gruppo di persone per comprendere meglio le relazioni con la depressione e altre condizioni di salute.
– Depressione clinica: Una forma grave di depressione che interfere significativamente con la vita quotidiana di una persona.

Link correlati suggeriti:

Università della California San Francisco