La verità dietro l’insulina e la dieta a basso contenuto di carboidrati

L’insulina è stata una vera rivoluzione quando i medici hanno iniziato a somministrarla ai pazienti con diabete di tipo 1 negli anni ’20. Secondo il giornalista scientifico Gary Taubes, spiega al Guardian che, all’epoca, la maggior parte delle persone affette da questa malattia moriva. L’insulina non solo ha salvato vite, ma ha anche offerto ai pazienti la possibilità di mangiare praticamente come facevano normalmente. Tuttavia, con il passare degli anni, è emerso che vi erano complicanze a lungo termine, tra cui malattie cardiache, aterosclerosi, neuropatia, insufficienza renale, cecità e amputazioni. Secondo Taubes, i medici consideravano queste complicanze come effetti collaterali del diabete, ma in realtà erano complicanze della malattia quando si utilizzava l’insulina per controllarla.

Taubes ha anche condotto ricerche sul consiglio dietetico a basso contenuto di grassi che ha dominato per un po’ di tempo e che lui stesso definisce “una grande bugia” alla base dell’epidemia di obesità in America. Secondo lui, i carboidrati sono più pericolosi del grasso.

Mettere tutto insieme, l’argomento che Taubes sta facendo è questo, nelle sue stesse parole: “Se ti dico di non mangiare carboidrati e riduciamo al minimo l’uso di insulina – che per il diabete di tipo 2 potrebbe essere nullo – potrei mantenerti in vita” più a lungo rispetto al solo trattamento con insulina.
L’articolo completo esplora anche le differenze tra il diabete di tipo 1 e di tipo 2, così significative che alcuni ritengono strano che entrambi abbiano lo stesso nome (mentre l’insulina è strettamente necessaria per la sopravvivenza nei casi di diabete di tipo 1, cambiamenti nella dieta e nello stile di vita possono essere sufficienti per il diabete di tipo 2). Inoltre, viene affrontata la controversia che circonda le idee di Taubes, le quali sono lontane dall’essere ampiamente accettate dalla comunità scientifica. Vengono intervistati pazienti che hanno ottenuto successo con diete a basso contenuto di carboidrati, così come coloro che dubitano di quest’idea.

In definitiva, Taubes afferma che è necessaria una maggiore ricerca: “La scienza finora è stata abbastanza terribile”.

L’insulina è stata una svolta nella cura del diabete di tipo 1, salvando vite e permettendo ai pazienti di mangiare normalmente. Tuttavia, nel tempo sono emerse complicanze a lungo termine associate all’uso dell’insulina, come malattie cardiache, aterosclerosi e neuropatia. Secondo il giornalista scientifico Gary Taubes, queste complicanze erano erroneamente considerate effetti collaterali del diabete, ma in realtà erano causate dal trattamento con insulina.

Taubes sostiene che la dieta a basso contenuto di grassi, che ha dominato per un po’ di tempo, sia una “grande bugia” responsabile dell’epidemia di obesità in America. Secondo lui, i carboidrati sono più pericolosi del grasso.

In sintesi, Taubes evidenzia che se si eliminano i carboidrati dalla dieta e si riduce al minimo l’uso di insulina, si potrebbe ottenere una maggiore longevità nei pazienti, specialmente nel caso del diabete di tipo 2.

L’articolo analizza anche le differenze significative tra il diabete di tipo 1 e di tipo 2, sottolineando che mentre l’insulina è essenziale per la sopravvivenza nel diabete di tipo 1, cambiamenti nella dieta e nello stile di vita possono essere sufficienti per il diabete di tipo 2. Vengono anche affrontate le controversie su queste idee, che non sono ancora ampiamente accettate dalla comunità scientifica. Sono inclusi anche i testimoni di pazienti che hanno avuto successo con diete a basso contenuto di carboidrati e di coloro che ne dubitano.

Taubes sostiene infine la necessità di una maggiore ricerca scientifica, poiché ritiene che finora sia stata inadeguata.

Parole chiave e termini specialistici:

– Insulina: ormone essenziale per il metabolismo degli zuccheri nel corpo, utilizzato nel trattamento del diabete.
– Diabete di tipo 1: forma di diabete in cui il corpo non produce abbastanza insulina.
– Diabete di tipo 2: forma di diabete in cui il corpo non usa correttamente l’insulina.
– Aterosclerosi: malattia caratterizzata dalla formazione di placche di grasso nelle arterie.
– Neuropatia: danno ai nervi periferici, spesso associato al diabete.
– Obesità: condizione di accumulo eccessivo di grasso corporeo.

Per saperne di più:

Associazione Americana per il Diabete
Associazione per il Diabete del Regno Unito
Associazione per il Diabete del Canada