L’epidemia di dengue in Sud America porta ad una campagna di vaccinazione

L’epidemia di dengue in Sud America continua a crescere e raggiunge livelli record. Secondo i dati ufficiali, l’Argentina ha visto un aumento di 12.500 casi di dengue solo lo scorso dicembre, un balzo significativo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo aumento ha portato ad avvisi sanitari e alla scarsità di repellenti per insetti.

“Repellenti esauriti ovunque, c’erano letteralmente nubi di zanzare”, ha riferito Laura Ledesma a Reuters dalla capitale argentina, Buenos Aires. Ha anche aggiunto che c’erano segnali di un miglioramento della situazione ultimamente.

Gli scienziati sostengono che i cambiamenti climatici stanno contribuendo alla diffusione della dengue, non solo in Sud America, ma anche in altre parti del mondo. L’aumento delle temperature e il fenomeno climatico dell’El Niño nel Pacifico peggiorano la situazione, estendendo anche la stagione della dengue.

“Il cambiamento climatico ha ampliato le zone in cui le zanzare si riproducono, sia nelle Americhe che a livello globale”, ha dichiarato Thais dos Santos, specializzata in malattie trasmesse dagli insetti presso l’Organizzazione Panamericana della Sanità (OPAS).

Lo scorso anno, secondo i dati dell’OPAS, si sono registrati 4,2 milioni di casi di dengue e 2.050 decessi nelle Americhe, la maggior parte dei quali nella cosiddetta “Cono del Sud” del Sud America.

Durante i mesi estivi dell’emisfero sud, che vanno da dicembre a febbraio, si verificano condizioni calde e umide favorevoli alla riproduzione delle zanzare. Questo favorisce la diffusione della malattia, che può essere potenzialmente letale.

Di fronte all’aumento dei casi di dengue, il Brasile sta pianificando di avviare una nuova campagna di vaccinazione. Se tutto va come previsto, il Brasile diventerà il primo paese al mondo ad offrire un vaccino contro la dengue.

Recentemente, nella capitale brasiliana, Brasilia, le persone si sono messe in fila fuori dai centri medici allestiti per testare la presenza di dengue. I casi di dengue nella capitale brasiliana sono aumentati fino al 646% nei primi 20 giorni di gennaio rispetto all’anno scorso.

Questa malattia dolorosa provoca sintomi come febbre alta, stanchezza estrema, dolori muscolari e sanguinamento interno. La dengue può essere mortale e colpire, talvolta, senza mostrare alcun sintomo. Tuttavia, la situazione sembra migliorare lentamente grazie ai vari sforzi dei governi e delle organizzazioni sanitarie nella regione.

Domande frequenti sulla dengue in Sud America

1. Qual è l’attuale situazione dell’epidemia di dengue in Sud America?
L’epidemia di dengue in Sud America continua a crescere e raggiunge livelli record. Solo lo scorso dicembre, l’Argentina ha registrato un aumento di 12.500 casi di dengue rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’incremento ha portato ad avvisi sanitari e alla scarsità di repellenti per insetti.

2. Quali sono le cause dell’aumento della dengue in Sud America?
Gli scienziati sostengono che i cambiamenti climatici stanno contribuendo alla diffusione della dengue non solo in Sud America, ma anche in altre parti del mondo. L’aumento delle temperature e il fenomeno climatico dell’El Niño nel Pacifico aggravano la situazione e allungano la stagione della dengue. Questi cambiamenti hanno ampliato anche le zone in cui le zanzare si riproducono.

3. Qual è il numero di casi e morti causate dalla dengue?
Secondo i dati dell’Organizzazione Panamericana della Sanità, lo scorso anno si sono registrati 4,2 milioni di casi di dengue e 2.050 morti nelle Americhe, con la maggior parte dei casi concentrata nel sud del Sud America, noto come la “Cono del Sud”.

4. Quali sono i sintomi della dengue e quanto può essere pericolosa?
La dengue provoca sintomi come febbre alta, stanchezza estrema, dolori muscolari e sanguinamento interno. La malattia può essere potenzialmente letale e, in alcuni casi, può essere asintomatica.

5. Quali sono le misure che i governi e le organizzazioni sanitarie stanno adottando per affrontare l’epidemia?
I governi e le organizzazioni sanitarie stanno implementando varie misure per contrastare l’epidemia, tra cui avvisi sanitari, distribuzione di repellenti per zanzare e campagne di vaccinazione. Ad esempio, il Brasile sta pianificando di avviare una nuova campagna di vaccinazione, diventando il primo paese al mondo ad offrire un vaccino contro la dengue.

Per ulteriori informazioni sull’argomento, è possibile consultare il sito dell’Organizzazione Panamericana della Sanità al seguente link: link