L’intolleranza al lattosio: cosa c’è dietro questo fenomeno?

Se ti ritrovi incapace di bere caffè con panna densa o mangiare cibi troppo formaggiosi senza stare male, potresti essere intollerante al lattosio, anche se prima non avevi mai avuto problemi. Il lattosio è lo zucchero naturale presente nei prodotti lattiero-caseari. Secondo l’American College of Gastroenterology, il nostro corpo dipende da un enzima digestivo chiamato lattasi per aiutare a scomporre il lattosio in zuccheri semplici (chiamati glucosio e galattosio). L’intestino tenue assorbe quindi questi zuccheri che raggiungono il flusso sanguigno come nutrienti. Se il lattosio non viene digerito correttamente, si sposta verso il colon e viene scomposto mediante fermentazione. Ciò provoca sintomi scomodi come dolori addominali o crampi, gas in eccesso, diarrea e/o improvvisa voglia di evacuare.

Circa il 75% della popolazione mondiale perde la capacità di digerire il lattosio man mano che invecchia. Abbiamo consultato esperti per capire esattamente perché ciò accade, oltre a ricevere alcuni consigli su come affrontare la situazione.

Ma perché l’intolleranza al lattosio aumenta con l’età? Bere latte è necessario per la nostra sopravvivenza… inizialmente. “Da neonati, gli esseri umani producono quantità significative di lattasi per digerire il lattosio presente nel latte materno”, ha affermato Linna Goelz, medico di medicina naturopatica presso la Sonoran University of Health Science. “Storicamente, una volta terminato l’allattamento al seno e introdotto gli alimenti solidi, gli esseri umani non hanno più consumato cibi contenenti lattosio.” E poiché gli esseri umani non mangiavano più cibi contenenti lattosio, i loro corpi si sono adattati e hanno iniziato naturalmente “a produrre sempre meno enzimi lattasi nel tempo, il che significa che non siamo in grado di digerire correttamente i latticini”, secondo quanto affermato da Goelz.

Questa “riduzione graduale” della produzione di lattasi è chiamata persistenza non lattasica o carenza acquisita di lattasi. La dott.ssa Janese Laster, gastroenterologa certificata e fondatrice di Gut Theory Total Digestive Care, ha dichiarato che questo è “un processo naturale che si verifica nella maggior parte degli esseri umani” dopo l’infanzia. Potresti notare questi sintomi da bambino, o potrebbero manifestarsi in età adulta, a seconda di quanto lentamente diminuisce la produzione di lattasi nel tuo corpo. Oppure potresti far parte del circa 25% degli esseri umani che non nota alcun cambiamento. I tuoi geni giocano un ruolo fondamentale.

Chiedi ai tuoi genitori se sono diventati più intolleranti al lattosio con l’età, questo può darti un’idea del tuo futuro. “La capacità di digerire il lattosio in età adulta dipende dalle varianti genetiche specifiche ereditate dai genitori, che influenzano il livello di attività della lattasi presente”, ha affermato Laster. Ha spiegato che la capacità del tuo corpo di digerire i latticini dipende dalla persona. “Mentre alcuni potrebbero avere difficoltà nella digestione del latte fresco, potrebbero trovare sollievo consumando alcuni prodotti lattiero-caseari come formaggio o yogurt, grazie al processo di fermentazione che scompone una parte significativa del lattosio”, ha continuato. La dott.ssa Menka Gupta, medico di medicina funzionale presso Nutra Nourish, ha osservato che l’intolleranza al lattosio è più comune tra le persone di origine sud-est asiatica, asiatica orientale, africana occidentale, nativa americana ed ispanica “perché è più probabile che portino la mutazione genetica (APvegetOA2, MCM6)”.

Tuttavia, può accadere a chiunque.

Questa sezione FAQ è basata sui principali argomenti e informazioni presentate nell’articolo sul lattosio e l’intolleranza al lattosio.

Domanda 1: Cos’è il lattosio?
Risposta: Il lattosio è lo zucchero naturale presente nei prodotti lattiero-caseari.

Domanda 2: Cosa causa l’intolleranza al lattosio?
Risposta: L’intolleranza al lattosio è causata dalla mancanza o dalla ridotta produzione dell’enzima digestivo chiamato lattasi, che aiuta a scomporre il lattosio.

Domanda 3: Quali sono i sintomi dell’intolleranza al lattosio?
Risposta: Alcuni sintomi comuni dell’intolleranza al lattosio includono dolori addominali, crampi, gas, diarrea e improvvisa voglia di evacuare.

Domanda 4: Perché l’intolleranza al lattosio aumenta con l’età?
Risposta: L’intolleranza al lattosio aumenta con l’età perché dopo l’infanzia, la produzione di lattasi nel corpo umano diminuisce gradualmente.

Domanda 5: I geni influiscono sull’intolleranza al lattosio?
Risposta: Sì, l’intolleranza al lattosio è influenzata dalle varianti genetiche ereditate dai genitori, che influenzano il livello di attività della lattasi nel corpo.

Domanda 6: Chi è più soggetto all’intolleranza al lattosio?
Risposta: L’intolleranza al lattosio è più comune tra le persone di origine sud-est asiatica, asiatica orientale, africana occidentale, nativa americana ed ispanica a causa di mutazioni genetiche specifiche.

Domanda 7: Può l’intolleranza al lattosio manifestarsi in qualsiasi persona?
Risposta: Sì, l’intolleranza al lattosio può manifestarsi in qualsiasi persona, anche se è più comune in alcune popolazioni.

Link correlati:
American College of Gastroenterology
Nutra Nourish
Gut Theory Total Digestive Care

Articolo originale: [Link to article in original language]