Ragioni della carenza di farmaci per l’ADHD

La domanda sempre crescente da parte dei pazienti che necessitano di trattamenti per l’ADHD e i limiti imposti dal governo federale sulla fornitura dei farmaci sono entrambi stati indicati come cause della persistente carenza, tra molti altri fattori.

L’uso di prescrizioni per farmaci per l’ADHD è aumentato negli Stati Uniti e in tutto il mondo a seguito della pandemia da COVID-19. Secondo la FDA, si prevede che l’uso medico di anfetamine, metilfenidato e lisdexamfetamina per il trattamento dell’ADHD e di altre patologie negli Stati Uniti aumenterà del 3,1% nel 2024.

La FDA ha affermato in precedenza quest’anno che la carenza continua sia dovuta a “un aumento delle prescrizioni potenzialmente correlate alla crescita delle telemedicina, problemi nella catena di approvvigionamento, problemi di produzione e qualità e decisioni commerciali dei produttori”. In risposta alla carenza e alla domanda sempre maggiore, l’Amministrazione per il Controllo delle Droghe (DEA) è stata oggetto di interrogazioni da parte dei legislatori riguardo ai limiti imposti sulla produzione dei trattamenti per l’ADHD. Queste quote vengono stabilite ogni anno dall’agenzia per limitare la produzione di sostanze controllate.

Nonostante l’agenzia abbia aumentato i limiti per il metilfenidato dopo l’inizio della carenza l’anno scorso, la DEA ha anche incolpato alcuni produttori di farmaci per non aver raggiunto i loro limiti di produzione. A novembre, i funzionari hanno dichiarato che avrebbero modificato il processo per ridurre le quote inutilizzate. Non è chiaro se la DEA ritenga che questi cambiamenti abbiano risolto la carenza. Un portavoce dell’agenzia non ha risposto a molteplici richieste di commento.

Nel fissare le quote per quest’anno, la DEA ritiene che i nuovi limiti siano sufficienti per consentire ai produttori di soddisfare l’aumento della domanda dei trattamenti per l’ADHD. “La DEA ha determinato che le ASP (Annual Production Quotas) proposte per anfetamine, lisdexamfetamine e metilfenidato sono sufficienti per coprire le effettive necessità mediche, le scorte di riserva e i requisiti di esportazione per il 2024,” ha scritto l’agenzia in un documento.

Mentre i produttori di farmaci di marca come Adderall, Vyvanse e Concerta dichiarano che i loro prodotti sono facilmente disponibili, molti produttori generici sostengono di avere difficoltà a far fronte alla domanda. Secondo i record della FDA utilizzati per monitorare le carenze di farmaci, i produttori di miscele di sali di anfetamine, uno degli stimolanti più prescritti per il trattamento dell’ADHD, non riescono ancora a soddisfare la domanda complessiva, a causa di una carenza che risale al ottobre 2022.

Inoltre, i trattamenti comuni per l’ADHD chiamati metilfenidato e lisdexamfetamina dimesilato rimangono anch’essi in carenza, secondo i record dell’agenzia, da quando la FDA ha annunciato per la prima volta una carenza di forniture nel luglio dello scorso anno. Al contrario delle versioni di marca di questi due trattamenti – Concerta e Vyvanse – che non sono soggette a carenze, le versioni generiche stanno affrontando difficoltà ad incontrare la domanda.

La FDA continuerà a classificare i trattamenti per l’ADHD come farmaci in carenza finché i dati raccolti dai produttori, combinati con altri numeri di vendita di mercato, continueranno a mostrare che la domanda per il farmaco non viene completamente soddisfatta dall’offerta. Secondo un portavoce della FDA, l’agenzia “lavora regolarmente con i produttori” per monitorare le carenze di farmaci quotidianamente sul loro sito web.

In conclusione, la carenza dei farmaci per l’ADHD è una questione complessa e multifattoriale che coinvolge la crescente domanda dei pazienti e i limiti imposti dalla DEA sulla produzione. Sfortunatamente, la carenza continua a persistere e sembra necessaria una cooperazione a livello governativo e dell’industria farmaceutica per affrontare pienamente il problema e garantire una fornitura adeguata di questi importanti trattamenti.

FAQ su carenza dei farmaci per l’ADHD:

1. Quali sono le cause della carenza dei farmaci per l’ADHD?
La carenza dei farmaci per l’ADHD è causata da diversi fattori, tra cui il crescente numero di pazienti che richiedono trattamenti per l’ADHD e i limiti imposti dal governo federale sulla produzione di tali farmaci.

2. Come è aumentata la prescrizione di farmaci per l’ADHD a causa della pandemia di COVID-19?
Secondo la FDA, si prevede che l’uso medico di farmaci per l’ADHD aumenterà del 3,1% negli Stati Uniti nel 2024, a causa dell’aumento delle prescrizioni correlate alla pandemia da COVID-19.

3. Quali sono le ragioni della carenza secondo la FDA?
La FDA ha citato vari motivi per la carenza, tra cui un aumento delle prescrizioni correlate alla telemedicina, problemi nella catena di approvvigionamento, problemi di produzione e qualità, e decisioni commerciali dei produttori.

4. Perché la DEA impone limiti sulla produzione dei trattamenti per l’ADHD?
La DEA impone limiti annui sulla produzione dei trattamenti per l’ADHD per controllare la produzione di sostanze controllate.

5. I cambiamenti nella politica della DEA hanno risolto la carenza dei farmaci per l’ADHD?
Non è chiaro se i cambiamenti nella politica della DEA abbiano risolto la carenza dei farmaci per l’ADHD. Tuttavia, la DEA ritiene che i nuovi limiti imposti siano sufficienti per soddisfare l’aumento della domanda.

6. I produttori di farmaci di marca e generici sono colpiti dalla carenza?
I produttori di farmaci di marca come Adderall, Vyvanse e Concerta sostengono di avere i loro prodotti facilmente disponibili. Tuttavia, molti produttori generici hanno difficoltà a far fronte alla domanda.

7. Quali farmaci per l’ADHD sono in carenza?
Secondo i record dell’agenzia, i trattamenti comuni per l’ADHD chiamati metilfenidato e lisdexamfetamina dimesilato sono in carenza, insieme alle miscele di sali di anfetamine.

8. Cosa farà la FDA per risolvere la carenza dei farmaci per l’ADHD?
La FDA continuerà a classificare i trattamenti per l’ADHD come farmaci in carenza finché la domanda non verrà completamente soddisfatta dall’offerta e lavora regolarmente con i produttori per monitorare la situazione.

Per ulteriori informazioni:
Sito web della FDA
Sito web della DEA