Riforma richiesta dai legislatori statali e dalle farmacie locali

Legislatori statali e farmacisti si sono riuniti in una farmacia indipendente a Ford City per sottolineare la necessità di una soluzione per i gestori dei benefici farmaceutici. Quest’anno, solo in Pennsylvania, 80 farmacie indipendenti hanno chiuso i battenti e molti attribuiscono la colpa ai gestori dei benefici farmaceutici.

Le farmacie affermano di dispensare ricette ai clienti, ma i gestori dei benefici farmaceutici rimborsano loro solo una frazione del costo effettivo.

“I pazienti meritano un sistema che mantenga i costi bassi e permetta loro di rimanere fedeli alla farmacia di fiducia, pagando in modo equo”, ha detto la rappresentante statale della Pennsylvania, Jessica Benham. “Le nostre farmacie indipendenti hanno svolto un ruolo fondamentale durante la pandemia, fornendo servizi sanitari essenziali e garantendo ai pazienti l’accesso ai loro farmaci in un momento incerto. Dobbiamo ripagarle rendendo il sistema equo, in modo che possano continuare a servire le loro comunità”.

Una proposta di legge bipartisan prevede che lo Stato sviluppi un processo per ascoltare e risolvere le denunce contro i gestori dei benefici farmaceutici e limitare o vietare alcune delle loro pratiche.

La chiusura delle farmacie indipendenti ha un impatto negativo sulle comunità locali, privando i pazienti di un’opzione conveniente e affidabile per ottenere i farmaci di cui hanno bisogno. È fondamentale introdurre riforme per garantire che le farmacie indipendenti vengano trattate in modo equo e possano continuare a offrire servizi essenziali alla comunità.

Il problema dei gestori dei benefici farmaceutici va al di là delle singole farmacie. È un problema sistemico che richiede un’azione rapida e coordinata da parte degli enti statali. Se le pratiche dei gestori dei benefici farmaceutici non vengono regolamentate adeguatamente, potrebbero mettere a rischio le farmacie indipendenti e compromettere l’accesso ai farmaci per i pazienti.

È necessario un approccio bilaterale per affrontare questa problematica, coinvolgendo legislatori, farmacisti, pazienti e organizzazioni del settore sanitario. Soltanto attraverso una cooperazione tra tutti gli attori interessati sarà possibile trovare una soluzione che garantisca la sostenibilità delle farmacie indipendenti e la qualità dell’assistenza sanitaria per i pazienti.

FAQ

1. Qual è il problema principale che affligge le farmacie indipendenti in Pennsylvania?
Le farmacie indipendenti in Pennsylvania stanno chiudendo a causa dei gestori dei benefici farmaceutici che rimborsano loro solo una frazione del costo effettivo delle ricette.

2. Qual è la proposta di legge bipartisan per affrontare questo problema?
La proposta di legge bipartisan prevede che lo Stato sviluppi un processo per risolvere le denunce contro i gestori dei benefici farmaceutici e limitare o vietare alcune delle loro pratiche.

3. Qual è l’impatto della chiusura delle farmacie indipendenti sulle comunità locali e i pazienti?
La chiusura delle farmacie indipendenti priva i pazienti di un’opzione conveniente e affidabile per ottenere i farmaci di cui hanno bisogno, avendo un impatto negativo sulle comunità locali.

4. Perché è necessario un approccio bilaterale per affrontare questa problematica?
È necessario coinvolgere legislatori, farmacisti, pazienti e organizzazioni del settore sanitario per trovare una soluzione che garantisca la sostenibilità delle farmacie indipendenti e la qualità dell’assistenza sanitaria per i pazienti.

Definitions:
– Farmacia indipendente: una farmacia che non fa parte di una catena o di una grande azienda farmaceutica.
– Gestori dei benefici farmaceutici: organizzazioni che gestiscono i programmi di sostegno finanziario per l’acquisto di farmaci, come assicurazioni o programmi governativi.

Suggested related links:
Pennsylvania Pharmacists Association
Legislatura della Pennsylvania