Sandra Bond Chapman: Un Pioniere della Salute Cerebrale

Sandra Bond Chapman: Un Pioniere della Salute Cerebrale

Negli ultimi anni, sempre più ragazze e donne sono incoraggiate a entrare nel campo della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica. E, vivendo nel Nord del Texas, hanno un esempio di riferimento pionieristico in Sandra Bond Chapman, PhD. Nata in Texas, Chapman è una neuroscienziata cognitiva e fondatrice e direttrice capo del Center for BrainHealth dell’Università del Texas a Dallas, che quest’anno festeggia il suo 25° anniversario.

Chapman descrive il cervello come “il motore più potente dell’universo conosciuto” perché risolve costantemente nuovi problemi. “Il nostro cervello è cablato per innovare”, dice.

Sotto la guida di Chapman, che è stata all’UTD per quasi quattro decenni, l’istituto di ricerca non-profit di neuroscienze cognitive lavora per dimostrare che la funzione cognitiva può essere potenziata e prolungata se le persone diventano più attive per la salute del loro stesso cervello. Il centro è cresciuto notevolmente nel corso degli anni, grazie soprattutto alla combinazione di intelligenza, corteggiamento del Sud raffinato e abilità politiche astute di Chapman nel fare networking e raccogliere fondi.

In anticipo rispetto alla Settimana della Salute Cerebrale, che il sindaco di Dallas Eric Johnson ha proclamato per il periodo dal 19 al 24 febbraio, ci siamo seduti con Chapman per discutere del passato, del presente e del futuro dell’istituto.

Ecco alcune delle domande che abbiamo posto a Chapman:

– Il centro è stato ideato da lei fin dall’inizio?
– Sì, ho sempre avuto il sogno di scoprire se il cervello può effettivamente essere potenziato nelle persone. Questo perché, quando ero una clinica, ho visto i cervelli delle persone guarire molto oltre quello che ci è stato insegnato durante i nostri corsi di neuroscienze. E ho pensato: “Voglio avviare un centro che possa fare la rigorosa scienza per scoprire il potenziale ascendente della mente umana”. Quindi, per quasi sei anni sono andata dal mio preside all’UTD, implorando di avviare il centro. Alla fine, un giorno nel 1999, mi ha detto: “Va bene, vai avanti e avvia il tuo centro”. Quando ha detto di sì, ho iniziato a correre.

– Nessun altro stava facendo questo tipo di cose all’epoca?
– Sì, e ancora oggi nessun altro lo fa. Questo è ciò che è sorprendente. Ci sono altri centri per la salute cerebrale che sono sorti, ma se li guardi, si concentrano sull’Alzheimer, sulla depressione o sulle lesioni cerebrali. Noi siamo il centro più grande al mondo che si concentra in modo unico e completo sulle cose che puoi fare per sviluppare una funzione cerebrale più forte. Siamo ciò che io chiamo “a sinistra dell’esplosione”, che è un termine militare che significa essere preparati prima che accada qualcosa. Quindi, la salute cerebrale viene prima che accada qualcosa al cervello come un infortunio, un ictus o problemi di memoria. Ci concentriamo nell’aiutare persone come te, persone come i tuoi figli, tu sai, lungo tutto l’arco della vita, a sapere cosa puoi fare.

– Come è stato il centro “proattivo” nei confronti dei nostri cervelli?
– È stato sviluppato principalmente per fare scienza. Non siamo davvero una clinica o altro, dove le persone vengono. Si tratta principalmente di porci domande come: “Puoi misurare il miglioramento del cervello?” Perché il 99% di tutte le misure che erano state sviluppate sono state sviluppate per rilevare il declino del cervello. Ad esempio, hai problemi di memoria? Hai compromissione cognitiva? Vediamo un ridotto QI? Vediamo una perdita di depressione? Ma non, “Vediamo le cose migliorare?” Quindi, volevamo vedere se potevamo sviluppare misurazioni per mostrare se, indipendentemente da dove qualcuno parte, il suo cervello può migliorare. E poi volevamo vedere, possiamo trovare i marcatori neurali, i cambiamenti cerebrali, i cambiamenti strutturali nel cervello – man mano che migliora, ci sono cambiamenti funzionali? Questo è a cosa ci siamo concentrati negli ultimi tre decenni e ora lo stiamo traducendo per aiutare le persone.

Un’area FAQ basata sui principali argomenti e informazioni presentate nell’articolo:

1. Cos’è il Center for BrainHealth?
Il Center for BrainHealth è un istituto di ricerca non-profit fondato da Sandra Bond Chapman presso l’Università del Texas a Dallas. Si concentra sul potenziamento e la prolungazione della funzione cognitiva attraverso attività che promuovono la salute cerebrale.

2. Qual è l’obiettivo principale del Center for BrainHealth?
L’obiettivo principale del Center for BrainHealth è dimostrare che la funzione cognitiva può essere migliorata e prolungata attraverso la promozione di una migliore salute cerebrale.

3. Cosa rende unico il Center for BrainHealth?
Il Center for BrainHealth è il centro più grande al mondo che si concentra esclusivamente sul potenziamento della funzione cerebrale. Si differenzia dagli altri centri che si concentrano solo su specifiche condizioni cerebrali come l’Alzheimer o le lesioni cerebrali.

4. Come il Center for BrainHealth aiuta le persone?
Il centro si concentra sull’educare le persone su ciò che possono fare per sviluppare una funzione cerebrale più forte. Offre strumenti e strategie per migliorare la salute cognitiva lungo tutto l’arco della vita.

5. Qual è il principale obiettivo di ricerca del Center for BrainHealth?
Il centro si concentra sulla ricerca di misurazioni per mostrare se il cervello può effettivamente migliorare indipendentemente dal punto di partenza di una persona. Cerca anche di identificare i marcatori neurali e i cambiamenti cerebrali correlati al miglioramento della funzione cerebrale.

Definizioni chiave:

– Funzione cognitiva: si riferisce alle abilità mentali superiori che coinvolgono la percezione, l’attenzione, la memoria, il linguaggio, la risoluzione dei problemi e il ragionamento.
– Salute cerebrale: si riferisce alla salute generale del cervello, includendo la sua funzione e la prevenzione di malattie o condizioni cerebrali.
– Alzheimer: una malattia progressiva del cervello che colpisce la memoria, il pensiero e il comportamento.
– Lesioni cerebrali: danni al cervello causati da un trauma, come un incidente o una caduta.

Link correlati suggeriti:
Centro per la Salute del Cervello