Un escursionista del Rhode Island ha ucciso un coyote rabbioso a mani nude dopo essere stato attaccato e morso alla gamba venerdì, e gli ufficiali credono che lo stesso coyote sia stato coinvolto in un altro attacco a un essere umano.

L’uomo stava facendo un’escursione nei boschi di Johnston, una cittadina a circa 10 miglia a ovest del centro di Providence, quando è avvenuto l’attacco. Ha bloccato l’animale per il collo e gli ha tagliato la respirazione, ha dichiarato il Dipartimento di Polizia di Johnston. L’uomo non è stato identificato dagli ufficiali.

Il Dipartimento per la Gestione Ambientale del Rhode Island (DEM) ha portato il cadavere in un centro diagnostico dove i laboratori di salute dello stato del Rhode Island (RIDOH) hanno confermato la diagnosi di rabbia. Si ritiene che lo stesso coyote abbia attaccato un passeggiatore di cani giovedì a Scituate, nelle vicinanze, ha annunciato il DEM del Rhode Island.

È insolito che un coyote attacchi un essere umano in circostanze normali. Questo è soltanto il terzo coyote rabbioso segnalato nel Rhode Island dal 1994, secondo gli ufficiali. Le autorità del Rhode Island hanno consigliato alle persone che potrebbero essere venute in contatto con il coyote di chiamare la divisione delle malattie infettive della RIDOH. I proprietari di animali domestici in queste due comunità sono stati invitati a chiamare o visitare il loro veterinario se ritengono che il loro animale abbia interagito con un coyote.

Questo incidente dimostra che anche gli animali selvatici possono costituire una minaccia per gli esseri umani. È importante rimanere vigili quando ci si trova in aree naturali e adottare misure di sicurezza adeguate. La tempestiva identificazione e la segnalazione di animali potenzialmente pericolosi alle autorità competenti possono aiutare a prevenire situazioni pericolose per gli esseri umani e gli animali domestici.

Una sezione delle domande frequenti basata sui principali temi e informazioni presenti nell’articolo:

1. Cosa è successo all’escursionista del Rhode Island?
L’escursionista del Rhode Island è stato attaccato e morso alla gamba da un coyote rabbioso. È riuscito a bloccare l’animale per il collo e gli ha tagliato la respirazione per difendersi.

2. Cosa ha fatto l’escursionista per uccidere il coyote?
L’escursionista ha usato le sue mani per bloccare l’animale per il collo e tagliargli la respirazione.

3. È stata identificata la presenza di rabbia nel coyote?
Sì, il Dipartimento di Polizia di Johnston ha dichiarato che il coyote era rabbioso. Il cadavere è stato portato in un centro diagnostico e i laboratori di salute del Rhode Island hanno confermato la diagnosi.

4. È successo un altro attacco da parte dello stesso coyote?
Si ritiene che lo stesso coyote abbia attaccato un passeggiatore di cani a Scituate, nelle vicinanze.

5. È comune che i coyote attacchino gli esseri umani?
No, è insolito che i coyote attacchino gli esseri umani in circostanze normali. Questo è solo il terzo caso segnalato di un coyote rabbioso nel Rhode Island dal 1994.

6. Quali sono le misure di sicurezza consigliate?
È importante rimanere vigili quando ci si trova in aree naturali. In caso di potenziali incontri con animali pericolosi, si consiglia di identificarli tempestivamente e segnalarli alle autorità competenti per prevenire situazioni pericolose per gli esseri umani e gli animali domestici.

7. Cosa fare se si è entrati in contatto con un coyote?
Le autorità del Rhode Island consigliano alle persone che potrebbero essere venute in contatto con il coyote di chiamare la divisione delle malattie infettive della RIDOH.

Definizioni dei termini chiave utilizzati nell’articolo:
– Coyote: un mammifero canide che è nativo dell’America del Nord.
– Rabbia: una malattia virale che colpisce il sistema nervoso dei mammiferi, compresi gli esseri umani e gli animali domestici.

Collegamenti correlati suggeriti:
dem.ri.gov – Sito web del Dipartimento per la Gestione Ambientale del Rhode Island (DEM).
health.ri.gov – Sito web dei laboratori di salute dello stato del Rhode Island (RIDOH), che hanno confermato la diagnosi di rabbia nel coyote.