Un Nuovo Approccio alla Terapia Anti-aging: le Cellule T CAR

Uno studio recente condotto dal Dr. Corina Amor Vegas presso il Cold Spring Harbor Laboratory ha scoperto un nuovo trattamento anti-invecchiamento che sembra essere una vera e propria svolta, almeno per i topi. Grazie a un’unica iniezione somministrata in giovane età, i topi invecchiano più lentamente rispetto ai loro simili.

Questo trattamento, chiamato terapia senolitica con cellule T CAR (chimeric antigen receptor), si basa su cellule T ingegnerizzate geneticamente che riescono a individuare e distruggere le cellule senescenti, un tipo di cellule legate a problemi di salute correlati all’età. Queste cellule senescenti, spesso chiamate “cellule zombie”, si accumulano nel corpo con l’avanzare dell’età e rilasciano sostanze chimiche dannose che danneggiano i tessuti circostanti.

La terapia senolitica CAR T si è dimostrata efficace anche nel ripristinare la salute di topi anziani. Come accade negli esseri umani, il rischio di diabete aumenta con l’età nei topi. Eliminando le cellule senescenti presenti in vari organi, i topi sono stati in grado di gestire senza problemi gli aumenti di zucchero nel sangue. Il loro metabolismo è migliorato e si sono mostrati più attivi e vitali, come topi molto più giovani.

Secondo il Dr. Amor Vegas, non esiste attualmente alcuna altra terapia in grado di produrre risultati simili: “Se la somministriamo a topi anziani, si rigenerano. Se la somministriamo a topi giovani, invecchiano più lentamente”.

Le cellule T CAR sono state inizialmente sviluppate come una terapia rivoluzionaria per il trattamento dei tumori del sangue precedentemente incurabili. Tuttavia, ora si è scoperto che possono essere utilizzate anche per altre patologie mediche, come malattie autoimmuni, asma, malattie del fegato e dei reni e persino HIV.

Questo nuovo approccio alla terapia anti-invecchiamento potrebbe aprire la strada a nuovi trattamenti per migliorare la qualità della vita nelle persone anziane. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per confermare l’efficacia di questa terapia nelle persone, i risultati promettenti ottenuti finora nei topi offrono un’interessante prospettiva per il futuro della medicina riguardo all’invecchiamento e alle malattie ad esso correlate.

FAQ sulla terapia senolitica con cellule T CAR nella lotta contro l’invecchiamento

1. Cos’è la terapia senolitica con cellule T CAR?
La terapia senolitica con cellule T CAR è un trattamento che si basa sull’utilizzo di cellule T geneticamente modificate capaci di individuare e distruggere le cellule senescenti nel corpo. Queste cellule senescenti sono legate a problemi di salute legati all’età e possono rilasciare sostanze chimiche dannose che danneggiano i tessuti circostanti.

2. Qual è l’effetto di questa terapia nei topi?
Gli studi condotti fino ad ora hanno dimostrato che mediante l’eliminazione delle cellule senescenti, i topi sono in grado di invecchiare più lentamente rispetto ai loro simili non trattati. Inoltre, la terapia ha anche portato al miglioramento del metabolismo e delle funzioni vitali dei topi anziani, come se fossero molto più giovani.

3. Cosa sono le cellule senescenti?
Le cellule senescenti sono un tipo di cellule che si accumulano nel corpo con l’avanzare dell’età. Queste cellule, spesso chiamate “cellule zombie”, rilasciano sostanze chimiche dannose che possono danneggiare i tessuti circostanti e causare problemi di salute correlati all’invecchiamento.

4. Quali sono le patologie che possono beneficiare di questa terapia?
Inizialmente sviluppata per il trattamento di tumori del sangue precedentemente incurabili, la terapia senolitica con cellule T CAR è stata successivamente testata anche per altre patologie mediche, come malattie autoimmuni, asma, malattie del fegato e dei reni e perfino HIV.

5. Esistono applicazioni di questa terapia negli esseri umani?
Sebbene i risultati ottenuti finora siano promettenti, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare l’efficacia di questa terapia negli esseri umani. Tuttavia, i risultati ottenuti nei topi offrono un’interessante prospettiva per il futuro della medicina riguardo all’invecchiamento e alle malattie ad esso correlate.

6. Ci sono altre terapie simili disponibili?
Secondo il Dr. Corina Amor Vegas, autore dello studio, al momento non esistono altre terapie in grado di produrre risultati simili. La terapia senolitica con cellule T CAR sembra essere un’opzione promettente nella lotta contro l’invecchiamento.

Links correlati:
cshl.edu (Cold Spring Harbor Laboratory)