Un Sostituto del Sale Riduce il Rischio di Ipertensione

Un nuovo studio pubblicato lunedì suggerisce che le persone che riducono la quantità di sale nella loro dieta utilizzando un sostituto del sale possono diminuire significativamente il rischio di sviluppare ipertensione. L’analisi, pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology, ha esaminato i dati di centinaia di uomini e donne di età compresa tra i 55 anni e oltre che erano in strutture di cura per anziani in Cina. I dati sono stati raccolti da uno studio precedente più ampio chiamato DECIDE-Salt, che includeva 1.612 partecipanti.

Per la nuova analisi, i ricercatori si sono concentrati su 157 donne e 454 uomini che avevano livelli di pressione sanguigna sani e sono stati alimentati con cibo contenente la quantità solita di sale o con un sostituto del sale. I ricercatori hanno constatato che ridurre il sale di oltre un terzo sostituendolo con un altro integratore minerale dal sapore salato, il cloruro di potassio, insieme ad altre spezie come i funghi, le alghe marine e il limone, proteggeva dall’ipertensione arteriosa nel corso di un periodo di due anni.

Il dottor Yangfeng Wu, autore senior dello studio e direttore esecutivo dell’Istituto di Ricerca Clinica dell’Università di Pechino, ha affermato che sebbene lo studio sia stato condotto in Cina, i risultati dovrebbero essere applicabili alle persone in altri paesi, compresi gli Stati Uniti. Wu ha sottolineato come chiunque possa beneficiare della sostituzione del sale con un sostituto, che si abbia o meno l’ipertensione arteriosa.

L’ipertensione arteriosa non controllata può aumentare il rischio di numerose malattie croniche, tra cui malattie cardiache e renali, diabete e demenza. Secondo l’American Heart Association, la maggior parte degli americani assume troppo sale, circa 3.500 milligrammi al giorno. Attualmente, la Food and Drug Administration raccomanda agli adulti sani di non assumere più di 2.300 milligrammi (circa mezzo cucchiaino) di sale al giorno. Il cloruro di potassio, che combina l’importante integratore potassio con il cloruro, ha il sapore e l’effetto del sale da tavola senza aggiungere sodio dannoso alla dieta.

Lo studio ha dimostrato che il sostituto del sale può abbassare la pressione sanguigna anche tra le persone con pressione arteriosa normale. Questo è importante perché l’ipertensione arteriosa è un importante contributore alle morti nel mondo. Secondo il dottor Deepak Gupta, professore associato di medicina nella divisione di medicina cardiovascolare presso il Vanderbilt Medical Center, “la dieta è chiaramente un fattore di contribuzione”.

Gupta ha evidenziato la scarsa presenza di potassio nelle diete degli americani e ha affermato che un apporto di potassio arricchito, anche senza ridurre il sodio, potrebbe avere un impatto sulla riduzione della pressione sanguigna. È importante individuare integratori o sostituti del sale che mantengano un buon sapore per garantire il mantenimento di una dieta a basso contenuto di sale nel lungo termine.

In conclusione, è essenziale sensibilizzare le persone sui contenuti delle etichette alimentari e sulle alternative al sale per ridurre il rischio di ipertensione e promuovere una buona salute cardiaca. La riduzione della pressione sanguigna, anche di pochi punti, può comportare una significativa diminuzione del rischio di infarto, insufficienza cardiaca e ictus. È possibile soddisfare il desiderio di sapore salato utilizzando spezie e succo di limone anziché il sale.

Domande frequenti:

1. Qual è il risultato dello studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology?
Lo studio suggerisce che le persone che riducono la quantità di sale nella loro dieta utilizzando un sostituto del sale possono diminuire significativamente il rischio di sviluppare ipertensione.

2. Quali sono i dati utilizzati nello studio?
I dati sono stati raccolti da uno studio precedente chiamato DECIDE-Salt, che includeva 1.612 partecipanti di età compresa tra i 55 anni e oltre, in strutture di cura per anziani in Cina.

3. Qual è il sostituto del sale utilizzato nello studio?
Il sostituto del sale utilizzato nello studio è il cloruro di potassio, che viene combinato con altre spezie come funghi, alghe marine e limone per ottenere un sapore salato.

4. Chi può beneficiare della sostituzione del sale con un sostituto?
Secondo il dottor Yangfeng Wu, autore dello studio, chiunque può beneficiare della sostituzione del sale con un sostituto, che si abbia o meno l’ipertensione arteriosa.

5. Quali sono i rischi associati all’ipertensione arteriosa non controllata?
L’ipertensione arteriosa non controllata può aumentare il rischio di malattie croniche come malattie cardiache e renali, diabete e demenza.

6. Quanto sale dovrebbero assumere gli adulti sani secondo la Food and Drug Administration?
Attualmente, la Food and Drug Administration raccomanda agli adulti sani di non assumere più di 2.300 milligrammi (circa mezzo cucchiaino) di sale al giorno.

7. Qual è l’effetto del cloruro di potassio come sostituto del sale?
Il cloruro di potassio, combinando l’importante integratore potassio con il cloruro, ha il sapore e l’effetto del sale da tavola senza aggiungere sodio dannoso alla dieta.

8. Come può la riduzione della pressione sanguigna influenzare il rischio di infarto, insufficienza cardiaca e ictus?
Anche una diminuzione di pochi punti della pressione sanguigna può comportare una significativa riduzione del rischio di infarto, insufficienza cardiaca e ictus.

Glossario:

– Ipertensione: Pressione sanguigna anormalmente alta all’interno delle arterie.
– Specie: Piante aromatiche utilizzate per aggiungere sapore ai cibi.
– Potassio: Un minerale che svolge un ruolo importante nella regolazione della pressione sanguigna e della funzione muscolare.
– Sodio: Un minerale presente principalmente nel sale da cucina, eccessivo consumo associato ad aumento della pressione arteriosa.
– Ipertensione arteriosa: Condizione in cui la pressione del sangue nelle arterie è costantemente elevata.

Link correlati:
American College of Cardiology
American Heart Association