Una Migrazione Antica: La Prima Occupazione Umana nella Regione Amazzonica

Un nuovo studio ha rivelato che i primi esseri umani si insediarono nel bacino amazzonico circa 13.000 anni fa, facendo parte di una migrazione di massa che si propagò rapidamente in tutta l’America. Dopo aver raggiunto quello che oggi è conosciuto come il sito archeologico di Serranía de la Lindosa, sul bordo settentrionale dell’Amazzonia colombiana, questi primi abitanti americani vivevano in ripari di roccia, creavano utensili in pietra, cacciavano, raccoglievano e realizzavano imponenti opere d’arte rupestre.

I ricercatori sono riusciti a ottenere una migliore comprensione di come questa regione fosse utilizzata e dei periodi in cui non era abitata, grazie a nuove scoperte pubblicate nella rivista scientifica Quaternary Science Reviews. Mentre era noto finora che l’area era stata occupata almeno 12.600 anni fa, come dimostrano le opere d’arte rupestre, questa ricerca ha permesso di approfondire la conoscenza delle attività svolte e dei possibili periodi di abbandono dell’area.

Gli archeologi hanno raccolto campioni di suolo da due ripari di roccia nella regione. Analizzando la stratigrafia dei sedimenti, hanno individuato strati contenenti frammenti di pietra, carbone e “alti livelli di materia organica indicativi di preparazione, consumo e smaltimento di cibo”. L’analisi ha evidenziato periodi in cui i ripari erano completamente abbandonati, in alcuni casi per più di un millennio alla volta. Inoltre, sono stati rinvenuti cocci ceramici risalenti a 3.000 anni fa, evidenze di coltivazione del suolo risalenti a 2.500 anni fa e tracce di mais risalenti a 500 anni fa.

Secondo José Iriarte, professore di archeologia presso l’Università di Exeter, i risultati dimostrano che l’occupazione umana di Serranía La Lindosa iniziò alla fine del Pleistocene, circa 12.600 anni fa, e continuò fino al XVII secolo. La straordinaria quantità di ripari di roccia con evidenze di abitazione umana nella regione suggerisce che questa area fosse un paesaggio attrattivo per i gruppi di cacciatori-raccoglitori.

L’accesso alla lussureggiante foresta tropicale, alle savane e ai fiumi consentiva loro di cacciare e raccogliere risorse in abbondanza. Oltre ai campioni di suolo, gli archeologi hanno anche rinvenuto ossa di animali, resti vegetali e ocra, che saranno oggetto di futuri studi. Secondo Jo Osborn, una ricercatrice postdottorato presso l’Università di Exeter, i ripari di roccia erano luoghi domestici nel corso del tempo e anche spazi sacri per l’esposizione di arte altamente evocativa. Le pitture a ocra trovate in tutti i ripari di roccia indicano che quei pionieri stavano documentando e cercando di comprendere questo nuovo mondo che avevano incontrato.

Questa scoperta offre nuovi dettagli sulle prime comunità umane che si insediarono nel bacino amazzonico, dimostrando la loro capacità di adattarsi e prosperare in un ambiente così ricco e diversificato come quello della foresta amazzonica.

Sezione FAQ:

1. Quando si sono insediati i primi esseri umani nel bacino amazzonico?
I primi esseri umani si sono insediati nel bacino amazzonico circa 13.000 anni fa.

2. Dove si trovava il sito archeologico di Serranía de la Lindosa?
Il sito archeologico di Serranía de la Lindosa si trova sul bordo settentrionale dell’Amazzonia colombiana.

3. Cosa facevano i primi abitanti americani nel bacino amazzonico?
I primi abitanti americani nel bacino amazzonico vivevano in ripari di roccia, creavano utensili in pietra, cacciavano, raccoglievano e realizzavano opere d’arte rupestre.

4. Cosa hanno scoperto i ricercatori grazie al nuovo studio?
Grazie al nuovo studio, i ricercatori hanno ottenuto una migliore comprensione dell’uso e dei periodi di abbandono del bacino amazzonico.

5. Come hanno raccolto informazioni gli archeologi?
Gli archeologi hanno raccolto campioni di suolo da ripari di roccia nella regione e analizzato la stratigrafia dei sedimenti.

6. Quali evidenze hanno trovato gli archeologi?
Gli archeologi hanno trovato frammenti di pietra, carbone e materiale organico che indicano la preparazione, il consumo e lo smaltimento di cibo. Hanno anche rinvenuto cocci ceramici, evidenze di coltivazione del suolo e tracce di mais.

7. Quando è iniziata l’occupazione umana di Serranía La Lindosa?
L’occupazione umana di Serranía La Lindosa è iniziata circa 12.600 anni fa, alla fine del Pleistocene, e è continuata fino al XVII secolo.

8. Cosa indica la presenza di ripari di roccia nella regione?
La presenza di ripari di roccia nella regione suggerisce che questa area fosse un paesaggio attrattivo per i gruppi di cacciatori-raccoglitori.

9. Cosa hanno trovato gli archeologi oltre ai campioni di suolo?
Oltre ai campioni di suolo, gli archeologi hanno trovato ossa di animali, resti vegetali e ocra.

10. Qual era il significato delle pitture a ocra trovate nei ripari di roccia?
Le pitture a ocra trovate nei ripari di roccia indicano che i primi abitanti stavano documentando e cercando di comprendere questo nuovo mondo che avevano incontrato.

Link correlati:
Università di Exeter
Quaternary Science Reviews