Una persona dell’Oregon contratta la peste bubbonica dal proprio gatto

In un caso senza precedenti da quasi un decennio, un residente dell’Oregon è stato colpito dalla peste bubbonica — probabilmente contagiato dal proprio gatto. Gli ufficiali sanitari hanno annunciato che questa persona, residente nella contea di Deschutes, una zona rurale del centro dell’Oregon, sembra essere l’unica ad essere stata infettata.

Oltre al gatto sintomatico.

“I contatti stretti del residente e del suo gatto sono stati contattati e forniti di farmaci per prevenire la malattia”, ha dichiarato il dottor Richard Fawcett, responsabile sanitario della contea di Deschutes.

Le condizioni della persona e del suo gatto non sono ancora note, ma gli ufficiali hanno dichiarato che il caso è stato diagnosticato e trattato precocemente, rappresentando quindi un rischio minimo per la comunità.

La peste bubbonica, resa famosa per aver devastato l’Europa nel XIV secolo, è trasmessa da scoiattoli, tamia e altri roditori selvatici e dalle loro pulci. Quando un roditore infetto si ammala e muore, le pulci possono trasmettere l’infezione ad altri animali o esseri umani attraverso i morsi.

Coloro che sono infettati manifestano febbre alta, letargia e linfonodi gonfi chiamati bubboni. I sintomi si manifestano tra due e otto giorni dopo l’esposizione.

Sebbene non ci sia un vaccino, la peste è curabile con gli antibiotici se rilevata precocemente. Può essere fatale se non viene trattata.

Questo caso confermato è il primo nel

Oregon dal 2012. È interessante notare che la peste bubbonica si verifica anche oggi, sebbene sia rara. Ecco alcune domande frequenti basate sulle informazioni presentate nell’articolo:

Domande frequenti:

1. Qual è stata la causa principale dell’infezione da peste bubbonica in questo caso?
In questo caso, si ritiene che il residente dell’Oregon sia stato infettato dalla propria gatto.

2. Quali animali trasmettono comunemente la peste bubbonica?
La peste bubbonica è trasmetta dalle pulci che infestano scoiattoli, tamia e altri roditori selvatici.

3. Quali sono i sintomi della peste bubbonica?
I sintomi della peste bubbonica includono febbre alta, letargia e linfonodi gonfi chiamati bubboni. Questi sintomi si manifestano tra due e otto giorni dopo l’esposizione.

4. È possibile curare la peste bubbonica?
Sì, la peste bubbonica può essere curata con antibiotici se viene rilevata precocemente. Tuttavia, può essere fatale se non viene trattata.

5. Esistono vaccini per prevenire la peste bubbonica?
Attualmente non esiste un vaccino disponibile per prevenire la peste bubbonica.

Termini chiave:

– Peste bubbonica: Una malattia infettiva causata dal batterio Yersinia pestis. È spesso trasmessa da roditori selvatici e dalle loro pulci.
– Scoiattoli: Roditori di dimensioni medie appartenenti alla famiglia dei roditori sciuridi.
– Tamia: Un tipo di roditore appartenente alla famiglia dei roditori sciuridi.
– Antibiotici: Farmaci utilizzati per combattere le infezioni batteriche.

Per ulteriori informazioni sull’argomento, puoi visitare il sito web principale del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) all’indirizzo cdc.gov.